Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 25 Marzo 2019, ore 11:11

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Aquilani esulta dopo il gol
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma archivia il passaggio del turno.

Napoli-Roma 0-3 2005-2006 Coppa Italia
Battendo il Napoli 3 a 0 al San Paolo la compagine romanista prenota un biglietto per la sfida ai quarti con la vincente tra Fiorentina e Juve.

Id Article:9898 date 8 Dicembre 2005

Roma,

Finalmente una prestazione da Roma! Contro una squadra decisamente più debole i romanisti hanno finalmente fatto valere il proprio tasso tecnico e sono riusciti ad ipotecare il passaggio del turno battendo 3 a 0 il Napoli. Se la Roma avesse affrontato con lo stesso piglio la sfide di coppa Uefa adesso anche la qualificazione al turno successivo sarebbe un dato di fatto. Con questo non vogliamo dire assolutamente che la gara di oggi fosse una passeggiata, anzi i partenopei vantavano in casa una serie positiva di ben 20 vittorie e cinque pareggi e poi si sapeva che al San Paolo la squadra di Reja avrebbe cercato con estrema determinazione un risultato di prestigio, se non in ottica qualificazione, almeno per  regalare una gioia ai propri tifosi.

Purtroppo prima di continuare con gli eventi prettamente sportivi ci sembra doveroso aprire una parentesi relativa a quanto successo prima e dopo la gara fuori dallo stadio. Le autorità preposte nei giorni scorsi avevano parlato di partita a rischio incidenti e proprio per questioni di ordine pubblico la partita dalle 20.30 è stata anticipata alle 15.00. Nonostante gli appelli e gli inviti congiunti prima dell'inizio della gara alcuni tifosi napoletani, durante il passaggio dei tifosi romanisti diretti nel settore a loro riservato, hanno lanciato oggetti contro i poliziotti che stavano effettuando un cordone di protezione. I poliziotti hanno risposto caricando e lanciando alcuni lacrimogeni. Di otto feriti fra le forze di polizia e di dieci tifosi napoletani fermati è invece il bilancio provvisorio degli incidenti avvenuti nell'immediato dopo partita. Notizie che si commentano da sole.

Tornando alla gara, una delle tante incognite era rappresentata proprio dalle tante assenze in casa giallorossa e dal fatto che ultimamente le seconde linee quando sono state chiamate in causa non sempre hanno fornito il supporto sperato. Spalletti, con in panchina mezza primavera, schierava una formazione ampiamente rimaneggiata, con Curci in porta, Bovo, Mexes, Chivu e Rosi in difesa, Alvarez, Aquilani, Kharja e Tommasi a centrocampo e Taddei in appoggio all'unica punta Nonda. Reja,indisponibile Calaiò, lanciava "el Pampa" Sosa in avanti con Tapparella, Grieco e Pià a supporto, tra gli azzurri in campo dal primo minuto anche il difensore scuola Roma, Briotti.

Subito Roma vicino alla rete con Taddei e due volte con Aquilani, decisamente ben ispirato, e replica partenopea affidata a Pià che concludeva al lato. Al 32' bella discesa di Taddei, cross basso a centro area e deviazione sottomisura di Aquilani che portava in vantaggio la Roma. Al 40' sempre Taddei serviva Nonda sul filo del fuorigioco, il bomber congolese scaricava di prima intenzione battendo l'estremo difensore Iezzo e siglando il raddoppio romanista.

Nella ripresa la compagine giallorossa si limitava a controllare la gara mentre i partenopei con foga cercavano a tutti i costi almeno la rete della bandiera. A volte in difesa i giallorossi peccavano un po troppo di pressapochismo ma ad evitare il peggio ci pensavano su tutti Chivu, Mexes e Curci. 

Sotto una pioggia sempre più fitta si infortunavano prima Alvarez e poi Nonda sostituiti entrambi da due esordienti in Coppa Italia e precisamente Giacomini e Okaka. Proprio il centravanti della primavera, classe 1989, chiudeva la gara al minuto 83 al termine di una caparbia azione personale.

Speriamo che il giovanotto mantenga le aspettative e non si perda per strada, se così sarà forse la Roma si ritroverà in casa un futuro George Weah.

Prima del fischio finale c'era il tempo per  un'occasione di Kharja che sfiorava il poker e l'espulsione di Maldonado, reo di una gomitata ad Okaka.

Domenica torna il campionato e all'Olimpico arriva il Palermo dell'ex Del Neri e da come sono andate le cose la scorsa stagione immaginiamo che il tecnico friulano ci tenga particolarmente a cogliere un risultato di prestigio contro la sue ex squadra. Speriamo che l'avviso ai naviganti sia arrivato forte e chiaro...

  

 



Antonio Dir. Delle Site