Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 09:46

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Pietro Vultaggio
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Francesco Totti e Antonio Cassano abbracciati. Sono loro i due fari di questa Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Lippi tende la mano a Cassano

Il CT azzurro ha espresso la volontà di tornare a convocare il talento barese, ad una condizione.

Id Article:9816 date 1 Dicembre 2005

Roma, Mancano pochi mesi all'inizio del campionato del Mondo di Germania e la rosa dei giocatori che faranno parte alla spedizione azzurra si sta, ormai, completando. Il primo dei protagonisti che vi faranno parte sarà, naturalmente, Francesco Totti sul quale tutta la nazione ripone grandi speranze. Negli ultimi 10 giorni sta prendendo, però, sempre più corpo l'idea di una convocazione anche dell'altro attaccante giallorosso(almeno per ora), Antonio Cassano.
Il talento barese, apparso ancora in ritardo di condizione rispetto ai compagni ha, però, mostrato grande impegno e dedizione nelle due gare in cui ha riassaggiato il terreno di gioco dopo ben due mesi di assenza forzata per via di problemi fisici ma soprattutto contrattuali.

In un'intervista all'Espresso, il tecnico azzurro Marcello Lippi ha così sintetizzato il principale fattore che consentirebbe a Cassano di volare in Germania: "Ho consigliato a Cassano di regolarizzare la sua situazione con la Roma perchè deve recuperare il clima della competizione. Io non pretendo che Antonio vada in campo tutte le domeniche,neanche Del Piero ci va. Non voglio interferire sulla sua situazione contrattuale, ma Antonio è un bravo ragazzo che almeno con me si è sempre comportato bene e sarebbe un vero peccato non portare un talento così ai Mondiali.".

Lippi ha poi parlato del grande momento di Francesco Totti, assoluto leader della Roma ma anche della Nazionale: "Da quando è diventato padre l'ho visto definitivamente maturato, in Portogallo lui ha sbagliato perchè era nervoso, ma io gli ho fatto capire che un campione del suo calibro non può permettersi quei gesti".
Certamente manca ancora troppo tempo per volare con la mente in Germania visto che prima c'è un campionato da concludere nel migliore dei modi per la Roma ma è ovvio che il sogno di tutti i tifosi romanisti è quello di poter vedere il proprio beniamino, Francesco Totti, alzare la Coppa del Mondo. Chissà se sarà proprio Cassano ad aiutare il Capitano giallorosso a realizzare questa storica impresa.



Pietro Vultaggio