Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 18 Agosto 2019, ore 01:54

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,

a cura di Andrea Corea

Primo piano dell'amministratore delegato della Roma, Rosella Sensi.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Trigoria urge chiarezza

Dalla vicenda Mexes, al rinnovo di Cassano sono tanti i punti deboli della Roma. I tifosi invocano chiarezza, Villa Pacelli risponde con il silenzio.

Id Article:8397 date 5 Luglio 2005

Roma, Siamo ormai al 5 di Luglio e di campagna abbonamenti ancora non se ne parla. A Trigoria sono tutti alla prese con la vicenda Mexes, che sta condizionando, e non poco, le strategie societarie. Sperando in una sospensione temporanea dell'embargo Fifa, la Roma deve sistemare alcuni nodi spinosi: primo su tutti quello di Antonio Cassano. Rinnovare il contratto al giocatore, magari facendo un sacrificio per un anno, sarebbe la cosa più giusta. Questo consentirebbe al giocatore di disputare un ottimo campionato pre mondiale e alla Roma di raddoppiare il valore sul mercato, qualora si decidesse di cederlo nella prossima stagione. Seconda questione: questione sponsor. Il contratto con il main sponsor della Mazda è scaduto il 30 Giugno ed è tutt'ora in fase di stipula. La casa giapponese vuole rivedere le cifre al ribasso,a Trigoria non ne sono convinti. Si corre il rischio di iniziare la stagione senza sponsor, con la felicità per i tifosi di una maglia solo giallorossa, meno per le casse della società. Questione tre: incarichi dirigenziali. Si sperava che con il cda dello scorso 30 Giugno si ratificasse la carica del ds in pectore Daniele Pradè. L'ex teramano resta però ancora nel dubbio e ricoprirà, ancora per poco speriamo, la carica di dirigente. Alla Roma oltre che i soldi serve una buona dose di chiarezza, ma tutto questo sembra viaggiare molto lontano da Villa Pacelli.

Andrea Corea