Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 00:12

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Punto Giallorosso ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
La coreagrafia della curva sud in occasione del derby.
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Tanti interrogativi e poche certezza per la Roma del futuro.

In attesa della fine del campionato e delle esternazioni di Rosella Sensi i tifosi aspettano impazienti e sognano una grande Roma.

Id Article:8137 date 26 Maggio 2005

Roma, "Ho fatto un sogno e l'ho chiamato Roma..." - così cantava Antonello Venditti e come era prevedibile, di sogni sulla Roma in questi giorni se ne sono fatti tanti, dopo l'annuncio della amministratrice delegata della A.S. Roma Rosella Sensi di rivelare i progetti della Roma del futuro domenica prossima al termine del campionato.Anzi più che di sogni si sono susseguiti dei "rumors" di fantozziana memoria del genere "inghilterra 0 italia 22 con rete di Zoff di testa su calcio d'angolo".Nonostante le chiacchiere ed i proclami,ad oggi il celeberrimo progetto con il quale la società capitolina "avrebbe continuato a guardare le stelle", o ha incontrato parecchi problemi per la sua piena e concreta messa in opera oppure ci si è nascosti detro una cortina di fumo per non palesare i limiti e le difficoltà incontrate dalla dirigenza nel gestire una situazione che con il passare dei mesi si è dimostrata sempre più ingarbugliata.Ma andiamo con ordine. La prima cosa che manca dirà qualcuno è la dirigenza. Proprio oggi alcuni organi di stampa hanno rilanciato la notizia che i russi stavano cercando nuovamente di prendere la Roma. Secondo tali indiscrezioni infatti una delegazione della Nafta Moskva da ben due giorni starebbe lavorando per riaprire la trattativa relativa all'acquisto della società di Sensi. Gli emissari del colosso petrolifero avrebbero parlato con dirigenti di Capitalia, protagonista insieme all'azionista di maggioranza del risanamento del club giallorosso. Il sogno però è durato solo poche ore. La notizia, accolta dallo scetticismo generale di molti degli adetti ai lavori, è stata poi seccamente smentita dagli stessi vertici del colosso petrolifero russo che ha negato categoricamente che vi possa essere un ripensamento in proposito. Pertanto non essendoci altri acquirenti credibili sembra proprio che la proprietà rimarrà saldamente in mano alla famiglia Sensi. Altro tassello che inevitabilmente servirà per la prossima stagione è quello del direttore sportivo, ruolo che per intenderci ricopriva ufficiosamente (ufficialmente era solo un semplice consulente di mercato) fino a qualche tempo fa Franco Baldini. Il sogno dei tifosi sarebbe in un ritorno dello stesso Baldini in società e il fatto che l'ex direttottore sportivo abbia confermato che comunque i rapporti tra lui e il presidente Sensi ci sono ancora, ha di fatto messo in fibrillazione un po tutti. Circola però la voce che in queste ore nella capitale starebbe per fare il suo arrivo Alessandro Moggi a cui la famiglia Sensi sembrerebbe abbia proposto un ruolo nell'organigramma societario. La notizia è stata smentita dal diretto interessato e dal club ma i bene informati sostengono che Moggi jr diventerà presto qualcosa di più che un consulente di mercato e la cosa a molti tifosi, memori di quanto accaduto nel recente passato con Moggi senior, non piace per nulla. Un personaggio del genere lavorerebbe per rafforzare la Roma o per cedere i suoi pezzi migliori ai soliti noti, ridimensionando notevolmente l'organico romanista? Più che un segno questo sarebbe un incubo. Staccati di un'incollatura, gli altri possibili candidati, tra i quali il ds del Messina, dell'Udinese e del Lecce.Veniamo quindi alla guida tecnica della squadra. Chi sarà il successore di Bruno Conti? Fermo restando che una eventuale conferma del talento di Nettuno, specie in caso si vincesse la coppa italia, potrebbe essere comunque una pista percorribile, i ben informati dicono che la Roma in tempi recenti abbia fatto dei sondaggi per quanto rigurda Cosmi, Spalletti, Mazzone, Novellino e Zeman. Tra i tanti ex e non è emerso con una certa insistenza il possibile ritorno a Roma di Carletto Ancelotti che voci insistenti dicono in rotta con Berlusconi, che sembrerebbe intenzionato a scaricare il tecnico che in questa stagione ha fallito sia in campionato che in Champions. Ma Ancelotti, che in questi anni si è abituato alla frequentazione pressochè stabile dei vertici del calcio italiano ed europeo, e che potrebbe accasarsi in qualche club storico del continente (leggi Real Madrid per fare un solo esempio), accetterebbe un'incognita come quella di tornare nella capitale?! La società sarebbe in grado di fornire le garanzie capaci di soddisfare le richieste del tecnico emiliano?! Nel frattempo ecco riaffiorare un altro nome caro alla tifoseria, quello di Cesare Prandelli. Con lo spettro della retrocessione della Fiorentina, sembra che l'accordo tra il club viola e Prandelli per la prossima stagione non sarebbe poi così scontato e quindi anche per ammissione dello stesso tecnico l'ipotesi di un ritorno a Roma non sarebbe poi così fantascientifica. Nelle ultime ore sono spuntati fuori anche i nomi di Delio Rossi, che ha fatto tanto bene a Bergamo e di Trapattoni, neo campione di Portogallo in procinto di tornare in Italia.Se la guida tecnica della Roma ha dato adito ad una ridda di ipotesi sulla possibile rosa della prossima stagione,di voci se ne sentono veramente tante. Si dà per scontato il prolungamento del contratto del giovane Leandro Rosi e il rinnovo di capitan Totti fino alla veneranda età di 35 anni anche se di ufficiale la Roma non ha ancora comunicato nulla. Più complicato il caso Cassano, che in tanti ormai vedono già con la valigia in mano, nonostante le rassicurazioni rilasciate ai tifosi che assediavano Trigoria qualche settimana fa. Sembra che le posizioni tra le parti in merito alla cifre dell'ingaggio siano decisamente lontane e in attesa di eventi nuovi un accordo sembra alquanto complicato. Intervistato dal quotidiano QS, Franco Baldini ha dichiarato : "Cassano? Posso dire che se non rimarrà alla Roma finirà sicuramente alla Juventus" - anche se c'è chi parla di interessamenti da parte del Real Madrid. Inspiegabilmente è stato lasciato libero Dellas, giocatore che all'estero ha ancora un buon mercato, che invece la società ha pensato bene di lasciar andar via a parametro zero non rinnovandogli il contratto, anche se il giocatore dal canto suo aveva in più occasioni dimostrato il suo gradimento a rinnovare il suo impegno contrattuale con la Roma. Se lo scorso campionato alla Roma mancavano gli esterni adesso sembra che nell'obiettivo ci siano solo loro. Si dice che per Taddei sia ormai questione di ore e che l'accordo sia già stato firmato. C'è poi Bonanni, in conproprietà con il Vicenza che non ha fatto mistero di voler rientrare nella capitale per la prossima stagione. Non dimentichiamo poi che tempo addietro alla Roma si era offerto Langella che però il Cagliari non sembra intenzionato a mollare. Chi invece dovrebbe rimanere dove è stato mandato è D'Agostino il cui prestito al Messina potrebbe presto trasformarsi in comproprietà . Curci dovrebbe essere riscattato completamente dal Palermo (a questo punto uno tra Zotti e Pelizzoli sarebbe di troppo), mentre per Bovo si attendono ulteriori sviluppi per dipanare l'intricata matassa che vede in ballo, oltre ai giallorossi, Parma e Palermo. Sempre da Palermo si offre alla Roma, ma anche alla Lazio, Lamberto Zauli centrocampista, romano, classe 1971, a cui Zamparini ha fatto sapere di non esser disposto a rinnovare il contratto. A suo favore parlano le prestazioni eccellenti di questi ultimi anni ma da contraltare c'è la considerazione che il giocatore non è più un ragazzino. Sul fronte estero la Roma sembra abbia sondato la pista Placente del Bayer Leverkusen in scadenza di contratto a giugno. Il problema è che il giocatore argentino ha riportato la rottura di un crociato anche se è pieno giallo sulle sue reali condizioni. Placente ha rifiutato le cure del club tedesco volando in patria dove i medici sono stati meno drastici, ma i dubbi sulle sue capacità di recupero hanno però raffreddato di molto gli entusiasmi. Il centrocampista brasiliano Juninho Pernambucano può liberarsi dal Lione ad una cifra bassa e ha chiamato la Roma, ma a Trigoria sono prudenti perchè non vogliono un altro caso Mexes (caso che resta ancora in attesa di definizione). Il Valencia ha richiesto Amantino Mancini, che ha rotto con il suo procuratore attuale Alemao e sembra intenzionato a farsi assistere da Gilmar Veloz, il procuratore di Emerson, che a Trigoria non gode certo di grossa popolarità . C'è chi vede in questo l'intento del giocatore di cambiare squadra. In cambio gli spagnoli offrirebbero soldi più l'attaccante Corradi, che non vede l'ora di rientrare in Italia. Dall'Inghilterra sembra improbabile un rientro di Mido (il prestito scadrebbe tra un anno) mentre il Bolton sembra determinato a convicere Dacourt a cambiare maglia per la prossima stagione. Sembra siano arrivate a Trigoria diverse richieste per Daniele De Rossi mentre l'Inter ormai da tempo insite per Chivu, che a Trigoria è considerato incedibile; se mai l'idea era quella di indirizzare verso Milano, sempre sponda nero-azzurra, Antonio Cassano, specie per via della contropartita tecnica che il club di Facchetti potrebbe mettere sul piatto della bilancia a cominciare da Cruz, Ze Maria e Van der Meyde.Il vero sogno poi sarebbe quello di soffiare ai grandi club Parisi, terzino goleador del Messina ma sopratutto Gilardino, oggetto proibito di molti tifosi giallorossi.Quali di queste voci ha un qualche fondamento e quali di queste trattative potrà avere uno sviluppo concreto? Non ci resta che aspettare le esternazioni di Rosella Sensi e in attesa magari di veder frustrate le nostre aspettative di potenziamento della rosa o di esaltarci per le prossime operazioni di mercato, non ci resta che cullarci con qualche sogno sperando che presto diventi da desiderio una realtà ! !

Antonio Dir. Delle Site