Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 06:07

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Doveva essere una festa dello sport


Id Article:804 date 22 Marzo 2004

Roma,

Doveva essere una festa dello sport, un momento di aggregazione e di gioia invece si è rischiato di trasformare il tutto in una immane tragedia.
Dopo nemmeno 3 minuti dall'inizio del secondo tempo il pubblico dello stadio ha cominciato a chiedere a gran voce la sospensione della partita in quanto si era diffusa la notizia che un bambino di sette anni era morto travolto da un mezzo della polizia.
La notizia, poi rilevatasi falsa e tendenziosa, ha spinto il pubblico a chiedere a gran voce la sospensione della gara e a nulla sono serviti gli inviti lanciati dall'altoparlante che cercavano di rassicurare la gente dicendo che la notizia era priva di fondamento.
Dato il clima surriscaldato arbitro, dirigenti e calciatori, dopo circa una ventina di minuti di consultazioni, in accordo con il presidente di Lega,Galliani, contattato via telefonino, decidevano che non vi erano più i presupposti per continuare a giocare una gara che nel primo tempo si era conclusa sullo zero a zero.
All'uscita si sono verificati diversi scontri tra tifosi e forze dell'ordine con vetture incendiate, cariche della polizia e lancio di lacrimogeni fin'oltre ponte Duca d'Aosta.
Molte le domande a cui il questore ed il prefetto di Roma hanno detto che provvederà a rispondere una dettagliata inchiesta a cominciare da chi a diffuso questa notizie e per quale motivo.
Si attendono ora gli sviluppi delle indagini che speriamo riescono a far luce su una serata di ordinaria follia che per il bene dello sport speriamo non si ripeta più in futuro.



Antonio Dir. Delle Site