Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 17 Luglio 2019, ore 09:03

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Intervista , SkSoggetto Dichiarante:A.Mangiante ,
,
a cura di Pietro Vultaggio
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 214 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il giornalista Angelo Mangiante
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Angelo Mangiante ai microfoni de Erlupacchiotto

Per l'inviato a bordo campo di Sky, la più grande soddisfazione romanista di ques'anno è il ritorno di Vincenzo Montella.

Id Article:7353 date 18 Aprile 2005 Dichirazione di: Angelo Mangiante

Roma,

Angelo Mangiante, inviato a bordo campo di Sky, ai microfoni de Erlupacchiotto nel post partita di Roma-Reggina terminata 1-2.

 

 

 

 


Dopo questa partita, è maggiore la delusione dei i tifosi della Roma o la gioia dei sostenitori della Reggina? Sicuramente questa gara rappresenta una grande delusione per i tifosi della Roma , perchè, in fondo, è stata anche una giornata in cui ci poteva ancora essere un'esile speranza di arrivare al quarto posto. Vista la sconfitta dell'Udinese e vista la vittoria della Sampdoria, la Roma oggi, con una vittoria contro la Reggina, sarebbe potuta essere a 9 punti dalla quarta, invece dei 12 attuali. Si poteva ancora sperare in qualcosa, difficile da realizzare anche con il calendario favorevole, ma che avrebbe dato una speranza in più ai tifosi. Quindi, sicuramente c'è delusione stasera.

In questo finale di stagione, per la Roma, cosa rimane a questo punto? Rimane sicuramente la valorizzazione dei giovani. Curci, su tutti, sta dimostrando di valere un posto da titolare e l'ha dimostrato anche stasera, in una giornata storta e, infatti, noi di Sky, l'abbiamo premiato come migliore in campo.

A proposito di Curci, che percezione hai avuto di questo ragazzo che, con poche partite di serie A sulle spalle, si presenta ai microfoni dopo una sconfitta per 2 a 1? Ho avuto l'impressione, ed era la prima volta che ascoltavo la voce del giovane portiere romanista, che avesse una grande tranquillità e, anche nel post partita, il momento senza dubbio più difficile per commentare una gara, è riuscito a fare un'analisi giusta degli eventi. La Roma deve contare su Curci come titolare il prossimo anno, perchè, anche se ha solo 19 anni, lui ha grandi doti e la società si troverebbe un capitale incredibile per il futuro. Sarebbe un peccato se si decidesse di andare a cercare un portiere esperto altrove. Si sentono spesso voci di mercato anche per Peruzzi e Toldo. Perchè, allora, cercare portieri di una certa età, quando si ha qui un giovane così promettente?

Come dodicesimo, su chi punteresti? Come dodicesimo può rimanere tranquillamente Zotti, portiere che accetta il suo ruolo senza troppe pretese e senza mettere troppa pressione a Curci.

Degli altri giovani della Roma, qual'è quello che vedi meglio per la prossima stagione, tralasciando De Rossi, che ormai è un titolare inamovibile? Aquilani sicuramente; stasera Bruno Conti avrebbe dovuto farlo entrare nel finale, perchè la Roma aveva speso molto e avrebbe avuto bisogno di innesti freschi. La squadra giallorossa sta pagando fisicamente una serie di problemi legati alle differenti gestioni tecniche che ha avuto e anche al fatto che quest'estate non ha fatto preparazione atletica. La Roma, purtroppo, sta continuando a sentire sulle gambe quella famosa tournèe americana e, stasera, Aquilani avrebbe dato al centrocampo un po' di solidità in più, dato che sia Dacourt che De Rossi erano molto stanchi. Fra i giovani, ho visto bene ad Udine Virga, che è riuscito ad entrare in partita senza molti problemi. Questo ragazzo, sulla fascia, può avere delle possibilità e, anche se non sarà lui il titolare della Roma il prossimo anno, è un giovane su cui puntare.

Per quanto riguarda questo inizio di stagione un po' travagliato, secondo te, chi ha maggiori responsabilità: la società, l'addio di Capello, qualche debolezza di spogliatoio o problemi esterni? Sicuramente la colpa maggiore è legata ai numerosi cambi di allenatore che la squadra ha subito. Sì, Capello ha contribuito, però da lì c'era tutto il tempo per rimediare. Quella di Prandelli è stata semplice sfortuna, su di lui c'è stato un destino che si è accanito. Voeller non era convinto fino in fondo di un programma che ha voluto interrompere troppo presto. Del Neri, francamente, mi ha deluso tantissimo. Questo allenatore, secondo me, ha delle responsabilità sulla crisi romanista. Personalmente, mi aspettavo che almeno desse una preparazione atletica alla squadra, invece ho avuto l'impressione, avendo seguito gli allenamenti, che, dal punto di vista atletico, Del Neri abbia fatto lavorare molto poco la squadra.

Secondo te, qual'è stata la maggior delusione per i tifosi della Roma in questo anno e quale la soddisfazione più grande tra partite, eventi, goal, episodi e dichiarazioni? Niente di bello e niente di brutto per i tifosi quest'anno...scherzi a parte, momenti belli ce ne sono stati pochi: il ritorno a livelli altissimi di Vincenzo Montella, che è rientrato in Nazionale ed è capocannoniere del Campionato. L'attaccante della Roma, che sembrava finito e che tutti volevano cacciare, è tornato ad essere quello dello scudetto e forse anche più potente, come capacità realizzativa. Le delusioni sono state tante. La più grande è senz'altro il modo in cui la Roma è uscita dalla Champions League che, con il ferimento dell'arbitro Frisk e con i litigi che ci sono stati, ha ridimensionato il nome della società a livello internazione, anche se in Italia rimane comunque grande.

Parlando di allenatori, il tecnico della prossima stagione "dovrà" uscire a breve, perchè questo è il momento in cui si fanno le strategie e si imposta l'attività della preparazione atletica e quant'altro. Tu chi metteresti sulla panchina della Roma? E, secondo te, chi sarà? Si parla di Zeman, ma, a mio parere, è un allenatore incompiuto sul piano difensivo. Cosmi, altro nome che si è fatto spesso, credo che, con il suo Genoa promosso in serie A, non abbia intenzione di spostarsi. Forse sarà Spalletti il nuovo tecnico giallorosso.

Come reporter di bordo campo, quale è stata l'intervista post partita che ti ha regalato più emozioni? L'aver intervistato, dopo le partite di Champions League, giocatori di grande spessore come Zidane e Ronaldo.


Pietro Vultaggio