Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 21 Agosto 2019, ore 20:37

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Chiesa , SkSoggetto:Mondo Cattolico , Tipo Articolo:Articoli Vari ,

a cura di Elisa Santini

la folla di pellegrini che, per quattro giorni, ha reso omaggio al Papa Giovanni Paolo II e venerdì ha assistito ai suo funerali.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

"Grazie Roma" afferma il vaticano

La Città Eterna ha saputo gestire più di due milioni di pellegrini giunti per rendere omaggio al Pontefice e per assistere al funerale

Id Article:7120 date 8 Aprile 2005

Roma,

"Un"altra Roma" cosi il sindaco della Capitale, Walter Veltroni, ha definito i due milioni di pellegrini arrivati nella città eterna da ogni parte del mondo per rendere omaggio a Papa Giovanni Paolo II e per partecipare al suo funerale. Poteva essere il collasso per qualsiasi altra città del mondo, ma non per Roma, che ha saputo organizzarsi in maniera eccellente per vivere nel modo migliore l"evento. Le Tv, le radio e i giornali, nazionali ed internazionali, hanno tutti elogiato l"imponente  offerta di servizi che l" amministrazione cittadina ha saputo elargire ai pellegrini, ma si è fatto onore in particolar modo alla pazienza e al senso di ospitalità dei cittadini romani che, come ha affermato Veltroni, "stanno scrivendo una delle pagine più belle della storia della città ".
Il ministro dell"Interno Giuseppe Pisanu in conferenza stampa ha dichiarato "abbiamo messo in opera una gigantesca macchina organizzativa che forse non ha precedenti storici. Finora tutto ha funzionato per il meglio. Si sta svolgendo tutto con grande ordine, grazie anche all'assoluta compostezza e allo spirito civico dei pellegrini".
La sicurezza fisica dei fedeli giunti in città e delle personalità internazionali presenti a San Pietro in occasione dei funerali del Pontefice, è stata garantita da più di 10.000 uomini delle Forze armate e della Polizia che hanno costantemente vigilato Piazza San Pietro e tutti gli obiettivi  a rischio attentato e che hanno fatto rispettare il blocco della circolazione privata,deciso per venerdì dalle 2 alle 18, necessario per evitare il blocco totale del traffico cittadino. A causa del divieto di circolazione e per rispetto nei confronti del funerale del Pontefice, tutti gli uffici pubblici e gran parte di quelli privati sono rimasti chiusi per tutta la giornata di venerdì; una delle rare e clamorose eccezioni è rappresentata da Caltanet  che ha inviato un'e-mail a tutti i diipendenti dicendogli di andare ugualmente a lavorare, anche in macchina (l'unico mezzo possibile per raggiungere la sede di Torre Spaccata, ai limiti estremi della città ), nel testo della email possiamo leggere: "Se vi arriverà la multa la pagheremo noi", certamente non un esempio di collaborazione cittadina .
Il Vaticano stesso ha elogiato l"operato italiano in questi giorni con una dichiarazione diffusa da Joaquin Navarro Valls, direttore della sala stampa vaticana: "La Santa Sede sente il dovere di ringraziare il governo italiano e la città di Roma per l'impegno e l'efficienza nell'accogliere i milioni di pellegrini giunti a Roma per porgere l'estremo saluto a Giovanni Paolo II e partecipare alle Sue esequie. E' stato un evento eccezionale, eccezionalmente ben gestito".
Il "modello Roma " sarà studiato in tutto il mondo , simbolo della perfetta organizzazione di un evento.


For more info: Premi per andare alla fonte della notizia

Elisa Santini