Comandi

Immagine logo sito
Issue792 del 06/10/2010 Year: 2010 ID: 10 Mercoledi 12 Dicembre 2018, ore 06:05

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Varie , SkSoggetto:Pagine Varie , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Tibergol
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1734 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
disegno di una sedia a rotelle con un pallone da calcio sotto
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Dichiarazione di accessibilità

Il portale è quindi stato progettato e realizzato seguendo le linee guida WCAG 1.0 previste dallo standard internazionale WAI del W3C, in coerenza con i requisiti di accessibilità WCAG-AAA.

Id Article:6974 date 28 Marzo 2005

Roma, Chi sono e quante sono le persone con mobilità ridotta, con quanti e quali problemi giornalmente debbono confrontarsi viaggiando, lavorando, vivendo in ambienti e spazi spesso "handicappanti". La necessità di raggiungere una più ampia fruibilità possibile di strutture e servizi, anche nelle aree naturali protette. Quali sono i principi della Progettazione Universale (Universal Design).

L'obiettivo dell'editore e' di non negare a molti l'uguaglianza dell'informazione con il resto della popolazione nel rispetto dei principi di solidarietà , pari dignità e opportunità per ogni persona. Già nel 1993 la Commissione Europea quantificava in 60-80 milioni le sole persone con mobilità ridotta, corrispondenti a circa il 20% della popolazione europea.

Il portale è quindi stato progettato e realizzato seguendo le linee guida WCAG 1.0 previste dallo standard internazionale WAI del W3C, in coerenza con i requisiti di accessibilità WCAG-AAA. Inoltre, sono stati recepiti e applicati, sebbene in minima parte ancora in fase di ottimizzazione, i punti di controllo della Verifica Tecnica definiti dalla Legge del 9 gennaio 2004 n'4 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici".

Il presente sito, già attento al tema dell'accessibilità delle informazioni, ha avviato la riprogrammazione di tutte le pagine adeguandole al massimo livello di accessibilità raccomandato dagli organismi internazionali (il W3C) e dal Governo Italiano. Abbiamo deciso di svolgere questa attività mantenendo sostanzialmente intatta la struttura delle pagine, ormai nota e consolidata, ma utilizzando le potenzialità del CSS2, abbandonando la disposizione con tabelle.

L'operazione complessiva, di per sè titanica, ha interessato molte pagine, si è perseguito un procedimento per gradi: la pagina del sommario, poi la pagina articolo, successivamente le pagine indice,che raggiungono il livello AAA come definito dal W3C nell'iniziativa WAI-WCAG 1.0.
Tale livello, nei prossimi mesi, sarà raggiunto dalla gran parte del sito oggi Area Riservata, dedicata ai redattori.
Il livello AAA rappresenta già oggi il vincolo minimo obbligatorio per la pubblicazione delle nuove pagine.

Ciò ha permesso alla redazione centrale di consolidare, in questi mesi di lavoro inframmezzato alla quotidianeità della gestione, le conoscenze tecniche necessarie in modo da poterle applicare più speditamente nel resto delle pagine prodotte direttamente.

In merito all'accessibilità , non sono stati definiti i tasti di accesso rapido (accesskey) poichè la struttura delle nostre pagine poco si presta a tale funzionalità essendo particolarmente densa di link.

Nonostante siano state superate le validazioni XHTML 1.1 e CSS2, oltre al Bobby AAA e Cynthia AAA, sulle pagine accessibili non troverete nessun dei bollini in uso per autodichiararsi accessibili tramiti validatori automatici. L'accessibilità va al di là di un bollino applicato ad una pagina: è una questione tecnica ma non solo, è un'attenzione culturale, qualitativa e non quantitativa, ad oggi difficilmente misurabile. L'importante, per noi, non è essere AAA oggi, ma lavorare perchè il sito sia facile da usare ed accessibile a tutti, sempre.

Per i browser che non interpretano correttamente i CSS2 è stato previsto un degrado visivo della pagina che ne assicura comunque la piena leggibilità dei contenuti: tra questi segnaliamo Internet Explorer 4.0, Netscape 4.x. o versioni inferiori.

Poichè nessuno è perfetto, sicuramente ci potrà essere sfuggito qualche particolare, ovvero la visualizzazione in un determinato contesto di sistema operativo e lettore browser, potrebbe risultare distorta o incompleta.

Confidiamo nelle vostre segnalazioni, così come in consigli e suggerimenti.

Tibergol