Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 20 Giugno 2019, ore 01:39

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
La gioia di Batigoal dopo aver segnato la rete al Parma che permette alla Roma di vincere lo scudetto.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Batistuta dice addio al calcio.

Dopo Caniggia abbandona anche il bomber del terzo scudetto romanista.

Id Article:6781 date 14 Marzo 2005

Roma,

Il giocatore Gabriel Omar Batistuta, il massimo goleador della storia della nazionale argentina, all'età di 36 anni abbandona il calcio. La notizia l'ha data oggi il suo procuratore Settimio Aloisio. 'Gabriel - ha detto Aloisio - lascia il calcio per sempre e, attraverso me, vuole ringraziare tutti quelli che lo hanno aiutato nella sua lunga carriera'.

Alla base di questa decisione sembra esserci la rescissione del contratto con il club Al-Arabi del Qatar.
L'abbandono del giocatore è dovuto principalmente ai continui infortuni, che in questa stagione avevano permesso al Re Leone di giocare solamente tre partite.
Batistuta, chiusa definitivamente la parentesi italiana aveva firmato con il club arabo un contratto per due anni per un compenso di 7,6 milioni di euro, che però è stato rescisso con tre mesi di anticipo rispetto alla sua scadenza attuale.
Recentemente alcune voci avevano accostato il nome dell'attaccante argentino alla Fiorentina ma alla fine non se ne era fatto più nulla nonstante le dichiarazioni di affetto spese dall'attaccante nei confronti della tifoseria viola.
Nato il 1 febbraio 1969 a Reconquista, Santa Fe, Argentina, Batistuta iniziò la sua carriera nei Newell's per poi passare al River e poi al Boca. Nel 91 inizio poi la parentesi italiana nella Fiorentina dove l'attacante rimase anche quando la squadra retrocesse in serie B. Proprio grazie al talento di Bati i viola tornarono subito in serie A e di li ad un paio di anni arriveranno a vincere (95/96) sia coppa Italia che supercoppa di lega ai danni del Milan. Il rapporto però con la dirigenza viola e soprattutto con il presidente Cecchi Gori si era ormai logorato e quindi con somma disperazione della tifoseria viola Gabriel nel 2000 si trasferì a Roma,con cui divenne, a suon di reti, subito Campione d'Italia. Gli anni successivi in maglia giallorossa però furono abbastanza difficili al punto che il presidente Sensi a metà campionato (stagione 2002-2003) decise di cederlo all' Inter vantandosi poi con i giornalisti di aver 'rifilato un bidone al suo amico Moratti'. Anche in terra lombarda la vita di Gabriel non fu fortunata e terminata la stagione l'argentino fu lasciato libero di trovarsi una destinazione di sua gradimento. Valutate le offerte Batistuta decise di accasarsi in Quatar dove la scorsa stagione risultò vincitore del titolo di capocanoniere con 26 reti.

Questa'anno però i continui infortunii lo hanno costretto a prendere la triste decisione che il suo procuratore ha oggi comunicato alla stampa.
Con la nazionale argentina dal 1991 al 2002 ha vinto 2 Coppe America (91 e 93) e tra partite ufficiali ed amichevole realizzo oltre 200 reti.

Dopo Caniggia un altro grande attaccante abbandona la scena del calcio giocato dopo aver contribuito a farne la storia.



Antonio Dir. Delle Site