Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 20 Gennaio 2019, ore 21:08

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Totti ha appena tirato la sua punizione finita poi sulla traversa
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Pareggio amaro.

Roma-Bologna 1-1 2004-2005 Serie A
Mazzone imbriglia la Roma, l'arbitro la danneggia e ancora una volta ne viene fuori un pareggio che serve a poco.

Id Article:6078 date 6 Febbraio 2005

Roma, Errare è umano, perseverare è diabolico e purtroppo alla Roma evidentemente piace perseverare: ancora una volta, come a Lecce, in vantaggio grazie ad una magia della premiata ditta Totti-Cassano-Montella, i giallorossi si facevano raggiungere dalla squadra allenata dall' ex Mazzone senza esser in grado di assestare il colpo del K.O. definitivo. Un risultato che per il Bologna, in piena emergenza per via delle numerose assenze ( restavano a casa Meghni, Cipriani, Locatelli , Torrisi, Petruzzi, Tare, Nervo, e Bellucci) vale come oro. Ennesima delusione per gli uomini di Del Neri che vengono raggiunti in classifica dal Palermo e li davanti vedono allungare Sampdoria, Inter e Udinese (nuovamente terza in solitario).Eppure come detto le cose si erano subito messe bene con la stupenda rete di Montella che aveva saputo sfruttare al meglio un assist di Cassano innescato da un illuminante colpo di testa di Totti.I rossoblu belli coperti (schierati con 5 difensori più Colucci davanti alla difesa, ad attendere Totti) si affidavano al possesso palla per limitare le offensive della Roma e dopo aver subito il goal, ci riuscivano anche abbastanza bene. Riuscivano altresì a presentarsi una volta dalle parti di Zotti con un pallonetto di Della Rocca che finiva fuori di poco. Nella ripresa la Roma dominava il campo ma non riusciva a mettere a segno la rete della sicurezza: fallivano Montella, Cassano, De Rossi ma soprattutto Totti che ci provava in tre occasioni ma al massimo riusciva ad arrivare a colpire l'incrocio dei pali su calcio di punizione.Alla seconda azione in attacco della gara invece il Bologna con Della Rocca trovava la rete del pari sfruttando un tiro sbagliato di Ferrante che diventava invece un assist prezioso su cui Mexes non riusciva ad intervenire. A nulla servivano gli innesti di Mancini,Perrotta e Aquilani, la linea Mazzone reggeva bene gli assalti, spesso velleitari e non sempre lucidi degli avanti romanisti, e in questo ogni occasione era smaccatamente utile per perdere tempo e far passare secondi preziosi.E qui è d'obbligo aprire una parentesi sull'arbitro assolutamente disastroso nella direzione della gara. Il sig. Dattilo di Locri infatti non solo si rendeva complice delle eccessive perdite di tempo dei bolognesi, ma arrivava poi a fissare il recupero in soli tre minuti ! Dato che in precedenza l'uomo in nero aveva fermato Cassano per fuorigioco inesistente quando il giocatore era ormai a tu per tu con Pagliuca, e aveva sorvolato su un evidente fallo subito da Cassano in piena area di rigore, pensava bene di chiudere la propria collezione personale di errori annullando alla Roma all'ultimo minuto del recupero del secondo tempo una rete regolarissima per quello che i moviolisti definiscono fallo di confusione.Una direzione quindi che al di la dei demeriti della Roma, in questa occasione particolare, pesano pesantemente sull'economia della gara, cosa che anche Mazzone ha sportivamente confermato a fine gara.L'unica consolazione è la convocazione in nazionale del tridente delle meraviglie e di De Rossi ma per il resto questa domenica risulta essere assai avara di soddisfazioni per i tifosi romanisti.Nell'anticipo di sabato prossimo poi si andrà a far visita all'imbattuta Inter che ci precede di 4 punti. Storicamente San Siro è sempre stato un campo ostico ma non fare risultato stavolta...potrebbe rivelarsi eccessivamente pericoloso,in quanto il quarto posto potrebbe divenire un obiettivo irraggiungibile.

Antonio Dir. Delle Site