Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 23 Marzo 2019, ore 16:05

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Giacomazzi sigla un'autorete nella partita Lecce-Roma
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Beffati dal Boemo.

Lecce-Roma 1-1 2004-2005 Serie A
La Roma non chiude la gara e il Lecce, in dieci, pareggia con merito.

Id Article:5974 date 2 Febbraio 2005

Roma,

Lo hanno detto in molti che l"ambiente a Roma è schizzofrenico. Grandi gioiei e il giorno dopo grandi drammi.

A contribuire a questa pantomima collettiva alcuni consumati "opinionisti" che questa mattina parlavano della rincorsa al secondo posto della Roma e che domani sicuramente lanceranno strali contro il tridente spuntato o magari contro la società che non ha fatto campagna acquisti nemmeno a gennaio.

Venendo invece alla partita elogi a Zeman e al suo Lecce che, anche in inferiorità numerica, ha cercato sino alla fine la rete del pareggio credendo di poter acciuffare una Roma a tratti troppo leziosa e poco concreta.

Confermate le formazioni della vigilia (prima panchina nella Roma per il neo acquisto Abel Xavier), il primo tempo era tutt"altro che spettacolare. Vero era che ad essere più pericolosi in attacco erano gli uomini di Del Neri, ma per tutta la prima parte della gara faticavano ad incidere soprattutto i tre attaccanti Totti, Montella e Cassano ben imbrigliati dalla gabbia erta intorno a loro da mister Zeman. Le occasioni più ghiotte però nei minuti finali: al 38" Zotti e Ferrari si immolavano per respingere la conclusione sottomisura di Vucinic e Pinardi a porta sguarnita spediva di poco alto; al 46" era invece Sicignano a superarsi su un tocco da sotto di Montella che il portiere riusciva a deviare in angolo.

Nella ripresa esordiva nel Lecce l"ex viola Valdes, approdato nel salento nell"ambito della operazione Bojnov. Al 49" una sfortunata deviazione di testa di Giacomazzi regalava quasi insapettatamente il vantaggio alla Roma che ringraziava per la cortesia,ma non approfittava della situazione per chiudere la gara. Il Lecce invece reagiva in maniera veemente in almeno due occasioni (al 55" e al 63") chiamando Zotti ad interventi da campione che salvavano il risultato. Al 68" Lecce in 10 per l"espulzione di Ledesma che metteva platealmente le mani infacci a Totti costrongendo l"arbitro Trefoloni ad estrarre il cartellino rosso. La Roma in vantaggio e con l"uomo in più però sprecava troppo, eccessivo possesso di palla e troppe azioni personali; di poca concretezza però non si poteva accusare il Lecce: al 79" Vucinic si involava verso l"area romanista e dopo uno scambio in velocità con il neo-entrato e neo-acquisto Angelo de Almeyda concludeva a rete beffando sia Ferrari che Mexes, che nonstante tutto fino a quel momento erano andati abbastanza bene.

Reazione della Roma blanda e quindi alla fine pareggio inevitabile.

Oltre al rammarico per la mancata vittoria a rattristare gli animi ci hanno pensato i risultati provenienti dagli altri campi, dove le dirette inseguitrici della Roma hanno tutte vinto.

Speriamo che la lezione venga presto assimilata e che già da domenica si possa tornare a pensare a quel quarto posto che vuol dire Champions league e che da questa sera è un po più lontano.



Antonio Dir. Delle Site