Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 25 Marzo 2019, ore 10:57

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Esultanza dell'Inter sotto la curva dei tifosi a fine partita
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma più forte degli imbecilli

Siena-Roma 1-5 2004-2005 Coppa Italia
Travolto il Siena ma soprattutto mantenuta la concentrazione durante la sospensione dovuta al lancio di fumogeni

Id Article:5546 date 14 Gennaio 2005

Roma, Alla vigilia Del Neri aveva dichiarato 'E' fondamentale vincere per passare il turno. Dobbiamo scendere in campo con la convinzione di vincere e non snobbando la Coppa Italia come spesso si sente dire, anzi, è un obbligo morale nei confronti di noi stessi e dei nostri tifosi.' - Beh, da come sono andate le cose va detto che l''imperativo categorico' del tecnico romanista è stato ben recepito da Totti e compagni che hanno maramaldeggiato contro la truppa di De Canio, ribaltando il risultato della gara di andata dell'Olimpico,e conquistando una qualificazione che alla vigilia non era per nulla scontata.Parlando della partita, mentre il Siena ricorreva ad un ampio tourn over (assenti tra gli altri Taddei, Flo e Chiesa), per la Roma la formazione era la migliore possibile date le numerose assenze come quelle di Pelizzoli, Perrotta, Sartor, Panucci, Candela, Mido, Dacourt, Panucci, Delvecchio, Tommasi e Chivu. Senza fare sfraceli la Roma ha trovato subito la rete del vantaggio al 12' ad opera di un beffardo colpo di testa di Dellas,e raddoppiava al 34' con Totti, abile a sfruttare una assist di Montella propiziato da un velo di Mancini.Peccato però che dall'inizio della partita, principalmente dagli spalti dove erano sistemati i 'tifosi' della Roma, erano piovuti con disarmante continuità molti fumogeni che con il passare dei minuti, per via anche del clima umido e della conformità dello stadio, avevano reso la visibilità della partita sempre più difficoltosa. Nonostante il doppio vantaggio,continuava l'inspiegabile lancio di fumogeni da parte di alcuni imbecilloni, creando così una cappa di fumo che costringeva l'arbitro a  prendere l'unica decisione possibile: al 36' del primo tempo la partita veniva sospesa per più di un'ora. Brutto lo spettacolo offerto durante la sospenzione: Totti e altri giocatori andati sotto la curva dei tifosi romanisti per ricondurli alla ragione, venivano accolti da un incomprensibile lancio di bottigliette di plastica; il portiere Manninger veniva colpito da un oggetto lanciato dalla curva dove si trovavano i suoi tifosi; giocatori più volte dentro e fuori dagli spogliatoi in attesa che tornassero le condizioni per riprendere il gioco; arbitro e dirigenti delle due squadre continuamente a colloquio per decidere sul da farsi.  E mentre passava il tempo ci si chiedeva quali ragioni potevano essere alla base di un comportamento tanto criminale,specie da parte dei tifosi romanisti: comportamento che non solo avrà pesanti ripercussioni per la società in termini di multe e forse di squalifiche, ma sopratutto nei confronti della squadra che, qualora la sospensione fosse stata definitiva, avrebbe comportato la sconfitta a tavolino e la conseguente eliminazione che sarebbe stata la seconda della stagione in una competizione ufficiale dopo quanto accaduto in Champions.Fugata fortunatamente tale ipotesi nefasta, alle 19.21 si riprendeva a giocare e dopo una rete annullata a Montella per fuorigioco arrivava al 43' la rete di Maccarone su rigore per fallo di mano, anzi di gomito e non si sa quanto volontario, di Totti in area che rimetteva in perfetta parità il risultato, rispetto alla gara d'andata.Roma in difficolta? Nemmeno a parlarne. Dopo nemmeno un minuto dal fischio di inizio della ripresa la Roma triplicava con un delizioso pallonetto ad opera di Cassano, innescato ottimamente da Cufrè, abile a servirlo sul filo del fuorigioco. Il Siena barcollava e la Roma dopo nemmeno due minuti realizzava la quarta rete con Montella servito sottomisura da un preciso assit di Totti. I toscani tentavano di regire ma in campo brillava solo la Roma: al 58' Montella colpiva un palo clamoroso e dopo pochi minuti lo stesso bomber giallorosso veniva sostituito da Corvia. Il giovane attaccante romano al 68' chiamava l'estremo difensore senese ad un difficile intervento in angolo e poi al 70' realizzava la sua prima rete in carriera portando il bottino giallorosso a 5 reti. Quando poi il Siena restava in dieci per l'espulsione di Cirillo si aveva la conferma definitiva che la partita era virtualmente conclusa.Onore quindi alla Roma che ha dimostrato quanto meno di avere il carattere giusto per restare attaccata con le unghie e con i denti all'ultimo trofeo conquistabile della stagione. Un velo pietoso per chi, falsamente si dichiara tifoso e poi, con il suo comportamento, danneggia la Roma con azioni che non hanno alcuna giustificazione !!!

Antonio Dir. Delle Site