Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 21:29

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Avviati sulla giusta strada

Lazio-Roma 1-2 2002-2003 Coppa Italia

Id Article:508 date 5 Febbraio 2003

Roma, Per il Derby di Coppa Italia la Roma si vede costretta a rinunciare all'ultimo minuto a Dacourt, infortunato, sostituito da Tommasi, mentre per scelta tecnica Cassano va in campo dal primo minuto, mentre Montella si accomoda in panchina accanto al neo-acquisto Marazzina. La Roma parte con il piede giusto schiacciando la Lazio nella sua metà campo e, come logica vuole, dopo circa un quarto d'ora, Cassano di testa approfittava di una dormita generale della difesa biancoazzurra e realizzava il goal del vantaggio. A questo punto la Roma cercava di narcotizzare la partita affidandosi a pericolossissime azioni in contropiede, mentre la Lazio, costretta a recuperare, arrivava pericolosamente sotto la porta avversaria trovando però in Pelizzoli una saracinesca impenetrabile. Il finale del primo tempo era tutto di marca biancoceleste: Chiesa prima colpiva clamorosamente un palo con un tiraccio dal limite dell'area (bravissimo il portiere romanista sulla respinta del legno a toccare il pallone quel tanto per impedire a Lopez di segnare a porta vuota) e poi costringeva Pelizzoli agli straordinari ma un pò per fortuna un pò per bravura dell'estremo difensore romanista in serata di grazia, il risultato restava lo stesso fino alla fine della prima frazione di gioco. Ad inizio ripresa è subito Emerson a realizzare una rete spettacolare con un tiro imparabile dai trenta metri: un capolavoro di balistica misto a potenza,precisione e tecnica....il classico capolavoro per i romanisti, il tiro della domenica per i laziali! La reazione dei biancoazzurri tardava ad arrivare e le uniche azioni di una certa pericolosità risultavano essere due tiri di Fiore e Corradi ben parati da Pelizzoli. A quindici minuti dalla fine la Lazio riapriva la partita grazie ad una rete di Fiore, servito magistralmente da Chiesa, abile ad attirare su di se almeno tre giallorossi e poi a servire una palla d'oro al compagno smarcato. A questo punto la partita diventava nervosa, costellata di falli, di ammonizioni e di sotituzioni. Con il passare dei minuti cresceva sugli spalti la paura della beffa e ogni pallone lanciato nell'area giallorossa sembrava potesse diventare un pericolo ma la Roma dimostrava una gestione di palla impeccabile e un modo scientifico di perdere tempo, che raramente si era vista in passato, riuscendo a portare a casa tre punti(con due reti segnate "in trasferta" dal momento che si giocava in casa Lazio) che valgono oro in vista della gara di ritorno. Grinta, carattere e personalità...non siamo ancora ai livelli di un paio di anni fà ma è indubbio che la squadra sembra essersi avviata sulla strada giusta per riprendere un discorso ormai interrotto da troppo tempo.

Antonio Dir. Delle Site