Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Venerdi 23 Agosto 2019, ore 09:37

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 633 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Totti in azione durante Siena Roma
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Bentornata Roma!

Siena-Roma 0-4 2004-2005 Serie A
Esaltante poker al Siena e sprazzi di bel gioco lasciano ben sperare per il futuro.

Id Article:5003 date 28 Novembre 2004

Roma,

La partita doveva essere vinta a tutti i costi: per raddrizzare una stagione nata male, per rilanciarsi in una classifica quanto mai corta eccezion fatta per i primi due posti, per evitare la ormai quasi inevitabile contestazione dei tifosi ma soprattutto per ritrovare lo spirito necessario per riprendere un cammino ormai interrotto da tempo e che un'altra sconfitta avrebbe potuto tramutare in un pericoloso incubo.

Per la trasferta toscana la Roma, come in Ucraina, si affidava ad un 3-4-3 con il redivivo Panucci in difesa insieme a Dellas e Ferrari davanti a Pelizzoli; a centrocampo Mancini, Perrotta, De Rossi e Cufrè e in attacco Cassano, Totti e Montella.

In uno stadio avvolto nella nebbia e dove la cappa di umidità impediva ai fumogeni di disperdersi nell'aria inziava una gara che vedeva subito il Siena pericoloso già al primo minuto con Chiesa in contropiede: l'attaccante bianconero prima veniva fermato dall'assistente dell'arbitro in evidente posizione di fuorigioco e un minuto dopo si vedeva deviare il tiro in angolo da Panucci. All 11' l'arbitro Racalbuto sospendeva la gara per nebbia, le squadre rientrano sul terreno di gioco 20 minuti più tardi e qualcosa nella Roma sembrava profondamente cambiato.

La compagine giallorossa infatti cominciava ad imporre al gioco un ritmo più sostenuto, il modulo a quattro reggeva bene e Totti e Cassano sembravano più reattivi del solito; si vedevano giocate e triangolazioni che ormai sembravano appartenere alla Roma del passato e l'unico appunto che si poteva rivolgere agli uomini di Del Neri era quello di non esser riusciti a concludere in vantaggio la prima frazione di gioco.

Nei secondi 45 minuti l' inizio dei giallorossi era decisamente arrembante e il Siena si salvava almeno un paio di volte in angolo. Dopo solo 5 minuti Simoni capiva che qualcosa non andava e memore della gara di Coppa Italia decideva di sostituire Carparelli per dare spazio a Flo,ma a fare la partita erano sempre i romanisti. Al 6' occasionissima per Montella che di testa metteva fuori di poco. Al 13' poi iniziava lo Show di Cassano, autore di tutti e 4 gli assit, che regalava la prima perla mettendo al centro un pallone con il contagiri per la testa di Montella, incornata precisa e gol dell'aeroplanino giallorosso. Sempre in agguato il nervosismo latente che vedeva ammoniti prima Ferrari e poi Daniele De Rossi entrambi per gioco scorretto e che non lasciava presagire nulla di buono.Per fortuna dopo 10 minuti su azione di calcio d'angolo di Totti, Panucci metteva in mezzo una palla che sembrava destinata ad uscire ma Cassano tirava fuori il coniglio dal cilindro e di tacco rimette in mezzo un pallone d'oro che Montella spediva in rete per lo 0-2. Un minuto dopo clamoroso errore di Montella che si mangiava un goal fatto solo davanti a Fortin spedendo incredibilmente fuori.La partita veniva chiusa al 26' grazie ad un'altra splendida illuminazione del solito Cassano che stavolta serviva Totti solo al centro con un bel cross radente, piatto semplice semplice e palla in fondo al sacco. Il Siena cercava la rete della bandiera ma la Roma non concedeva nulla e anzi proprio all'ultimo minuto calava il Poker: neanche a dirlo ancora assit di Cassano e capitan Totti sul filo del fuorigioco sfoderava un delizioso cucchiaio su Fortin in uscita che lentamente si andava ad adagiare nella porta senese per il quattro a zero.

E' vero che una rondine non fa primavera però erano tanti i dubbi che avevano accompagnato la Roma in terra toscana e che il rotondo risultato sembra aver in parte allontanato. Adesso non resta che aspettare e vedere se veramente la crisi è alle spalle come lo stesso Del Neri si è auspicato nelle dichiarazioni del post partita.



Antonio Dir. Delle Site