Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 26 Giugno 2019, ore 00:19

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Da Trigoria ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Roque Junior va in gol contro la Roma
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Batosta tedesca!

Bayer Leverkusen-Roma 3-1 2004-2005 Champions League
Terza sconfitta consecutiva e l'Europa si allontana.

Id Article:3264 date 20 Ottobre 2004

Roma, La Roma abbandona mestamente il campo di Leverkusen e probabilmente anche i sogni di gloria legati a questa edizione della Champion's League. Tre sconfitte in tre partite rendono il passaggio al turno successivo veramente un miraggio, e complicano tremendamente anche la qualificazione al terzo posto che garantirebbe almeno la partecipazione alla Coppa Uefa.Brutta Roma, troppo statica, senza grinta e con poche idee: i piccoli progressi registrati con il Livorno sono andati all'aria nel giro di quarantotto ore.Confermato Zotti in porta (che alla fine risulterà uno dei migliori in campo); oltre alla squalifica di Mexes e all'assenza annunciata di Chivu, ancora fuori condizione, si aggiungevano le defezione di Dellas e Dacourt rimasti a casa per infortunio; pertanto mister Del Neri optava in difesa nel far esordire dal primo minuto il promettente Giuseppe Scurto, riconfermando a centrocampo De Rossi accanto a Perrotta. Per il resto tutto confermato come da previsioni della vigilia.La Roma già al 2' andava al tiro con Montella, ma si trattava solo di un fuoco di paglia perchè dal 5' al 22' il Byern andava vicino alla rete in almeno tre occasioni con Roque Junior, Berbatov (che colpiva la traversa) e Jones.Inaspettato al 26' il vantaggio giallorosso, con tiro di Totti che da calcio di punizione, grazie anche alla deviazione decisiva di Jones, si insaccava imparabilmente alle spalle di Butt.I tedeschi accusavano il colpo, e la Roma avrebbe addirittura potuto raddoppiare 10 minuti più tardi con una bella azione in velocità, purtroppo il tiro cross di Perrotta finiva fuori e Cassano non riusciva ad arrivare in tempo per deviare la palla in rete. Verso la fine del primo tempo poi, assistevamo ad una occasionissima per il Bayer con Schneider che al 38' spediva fuori di testa.Nella ripresa nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che arrivava il pari teutonico grazie all'ex milanista Roque Junior che di testa spizzava il pallone quel tanto che bastava per farla infilare nell'angolo sinistro della porta difesa da Zotti. La reazione della Roma era inconsistente,l'attacco non veniva mai supportato dagli inserimenti nè dei difesori nè tantomeno dei centrocampisti, e così al 59' con un tiro di Krzynowek arrivava il fortunoso vantaggio teutonico. Un minuto più tardi veniva annullata la rete del possibile pareggio ad opera di Cufrè, ben imbeccato in area da Totti; peccato che il guardalinee Veissiere, una simpatica signora con i capelli a caschetto, non abbia visto un giocatore del Bayer che teneva in gioco tutti gli avanti romanisti, e ingiustamente annullava. Un minuto dopo Panucci saltava con i gomiti larghi e l'arbitro Poulat pensava bene di estrarre il cartellino rosso. Da questo momento in poi la partita poteva considerarsi virtualmente chiusa. I giallorossi non solo non riuscivano ad arrivare mai ad impensierire Butt (unica eccezzione la sfortunata traversa di Totti colpita su calcio di punizione) ma in preda al nervosismo rimanevano addirittura in 9 per la sciocca ed inutile espulsione rimediata da De Rossi all'86'.Al 94' arrivava la meritata rete del 3 a 1 ad opera di Franca con la difesa romanista ormai in disarmo.Adesso, come ormai accade da qualche anno, si dovrà sperare nella grande impresa e sperare che i risultati provenienti dagli altri campi arridano alla Roma. Nel recente passato questo non è accaduto e statisticamente parlando quindi ci sono speranze che l'evento si possa presentare. Questo però senza dimenticare che come diceva Trilussa la statistica ci insegna che se un tale mangia un pollo e uno digiuna statisticamente entrambi se ne sono mangiati metà !

Antonio Dir. Delle Site