Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 20 Giugno 2019, ore 01:38

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Gilardino e Totti con la maglia azzurra
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Vince e convince la Nazionale che parla romano.

Doppietta di Totti e rete di De Rossi e l'Italia torna prima.

Id Article:3178 date 13 Ottobre 2004

Roma, Una nazionale dal cuore giallorosso. Tre dei quattro goals grazie ai quali la nazionale italiana ha vinto sono stati segnati ad opera di giocatori romani e romanisti, e il quarto, quello di Gilardino,veniva realizzato da uno che...a Roma ci sarebbe venuto più che volentieri. Nel complesso dunque una buona prestazione dell'Italia che dimostra di aver archiviato senza troppi traumi la brutta sconfitta con la Slovenia e che con questa vittoria ritrova la vetta del girone di qualificazione ai mondiali del 2006, grazie anche al netto successo della Norvegia proprio contro gli sloveni per 3 a 0.Marcello Lippi, vista la difficoltà incontrata sabato scorso dagli azzurri di esprimersi sulle fasce, ridisegnava le corsie esterne schierando Oddo e Diana sulla destra e Pancaro e Zambrotta sulla sinistra. Preferito Materazzi a Cannavaro (??!!), venivano confermati nella parte nevralgica del campo De Rossi e Gattuso, mentre in avanti spazio a Totti subito dietro a Gilardino.Panchina e pochi scampoli nel finale per Perrotta che da porta fortuna del Trap, ora sembra con Lippi esser tornato tra 'color che son sospesi' tra panchina e tribuna.Nella Bielorussia da segnalare una vecchia conoscenza del calcio italiano Andrey Gurenko, ex difensore di Roma e Parma, e il sampdoriano, di proprietà del Milan, Kutuzov .Inizialmente la manovra della nostra nazionale non sembrava brillantissima anche se la determinazione era sicuramente quella giusta. Era l'Italia a provarci con maggior convinzione anche se l'occasione più limpida capitava a Totti su punizione; peccato che il pallone calciato dal capitano della Roma sia finito fuori di pochissimo. L'unica azione pericolosa degli slavi, un tiro finito fuori ad opera di Kutuzov con Buffon a controllare la traiettoria della sfera.Al 25',beneficiavamo di un regalo della difesa Bielorussa: calcio d'angolo di Oddo e folle gesto di Korrytko che con il braccio andava ad anticipare il colpo di testa di Pancaro. Calcio di rigore ineccepibile, che l'arbitro faceva ripetere due volte, ma che in entrambe le occasioni veniva realizzato da Totti con una bordata alla destra del portiere. Gli uomini di Baidaychny accusavano il colpo e nemmeno cinque minuti dopo, su percussione dell'Italia , si assisteva ad un provvidenziale inserimento di De Rossi, che con una gran conclusione insaccava il pallone imparabilmente alle spalle di Khomutavski.Da questo momento la nostra nazionale iniziava ad esprimere un calcio pregevole sull'asse Totti-De Rossi,capaci di fare meraviglie, con Zambrotta in stato di grazia e sempre abile di saltare l'uomo e con i bielorussi capaci solo di rifilare calcioni e beccarsi meritate ammonizioni.Si pensava che ormai la partita fosse segnata e che nella ripresa ci sarebbe stata solo accademia, ed invece....... Al 48' Kutuzov sfiorava la rete del 2 a 1 ma Buffon si opponeva con efficacia alla sua conclusione; due minuti dopo, calcio di punizione di Totti,con Kulchiy che,nel tentativo di deviare in angolo, andava a colpire la traversa della propria porta. Nemmeno un minuto dopo,Romashenko da oltre quaranta metri pescava "il tiro della vita" beffando Buffon leggermente fuori dai pali con una conclusione che spizzava il palo e si adagiava in rete.A questo punto saliva in cattedra Totti che al 74' su calcio da fermo piazzava una delle sue prodezze balistiche realizzando la rete del 3 a 1. Partita finita? Nemmeno a parlarne e al 77' la Bielorussia accorciava le distanze con Bulyga che di sinistro approfittava di una leggerezza in area di Gattuso e rimetteva tutto in discussione. Totti in almeno due occasioni sfiorava la rete della sicurezza ma anche i nostri avversari non stavano a guardare e cercavano in ogni modo di arrivare al pareggio. Quando sembrava potesse concretizzarsi una possibile beffa, ecco arrivare all' 86' la rete del 4 a 2 ad opera di Gilardino (al suo primo goal con la maglia della nazionale maggiore) che di testa riprendeva una corta respinta del portiere su tiro di Zambrotta. Nemmeno il tempo di festeggiare che il solito Romashenko all'88', questa volta su punizione, andava nuovamente a bersaglio con un'altra prodezza da incorniciare. Nei minuti finali però era l'Italia a farsi sotto, e Gilardino, rinfrancato dalla segnatura, sfiorava in almeno due occasioni la possibile quinta segnatura azzurra.Fortunatamente non accadeva molto di più se non l'espulsione di Yaskovich per somma di ammonizioni.Adesso ci sarà una lunga sosta fino a marzo, che incontrareremo la Scozia; speriamo che in questa occasione tra i convocati ci sia, ovviamente per meriti guadagnati sul campo e non per grazia ricevuta, quello che in molti hanno definito "un patrimonio del calcio italiano", ovvero Antonio Cassano !

Antonio Dir. Delle Site