Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 16 Giugno 2019, ore 04:41

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Da Trigoria ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Del Neri con la sciarpa della Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Presentazione Del Neri

Conferenza stampa per il nuovo tecnico giallorosso. Friulano come Capello.

Id Article:3098 date 30 Settembre 2004

Roma, Il passato prossimo della Roma ha parecchi nomi: Prandelli, Pin, Voeller e Sella. Oggi a Trigoria si è nuovamente cambiato pagina...e con la presentazione di Gigi Del Neri si spera di dare stabilità alla guida tecnica della squadra e allo stesso tempo di risolvere la crisi sia sul fronte dei risultati che del gioco.Giornata piena quella di oggi per il tecnico friulano che, dopo l'amara esperienza portoghese, aveva tanta voglia di rituffarsi in una nuova e stimolante avventura. In tarda mattinata la firma del contratto a Villa Pacelli e poi subito a Trigoria, ad effettuare il primo allenamento con la squadra e la presentazione alla stampa. 'Spero di essere degno di questa città e di questa squadra e ripagare la fiducia che mi è stata data. La Roma è una squadra importante, cercheremo di mantenerla ad alti livelli. Di sicuro è il momento più importante della mia carriera' - Queste le prime parole pronunciate dal nuovo mister giallorosso. Poi : 'Questa squadra per me e' un punto di partenza per portare avanti un'idea di gioco. Qui le potenzialita' sono molto alte, ci sono ottimi giocatori dal punto di vista tecnico ai quali ora serve ritrovare serenità. Tramontato il progetto Prandelli? Io non sono un traghettatore ma un allenatore a tempo pieno. Ho firmato un contratto biennale e per questo ringrazio la società che ha avuto fiducia nel sottoscritto e nel suo progetto. - 'Cosa è mancato fino ad ora alla Roma secondo lei?' - 'La Roma ha avuto tanti problemi quest'estate, la preparazione è stata molto difficile e i ragazzi si sono allenati poco insieme. Di questo certo la colpa non può essere della squadra. Devo dire che dopo il primo allenamento ho visto un gruppo assai motivato e questo è sicuramente un aspetto positivo' - Quale cura crede possa restituire alla Roma il ruolo che merita in campionato e in europa? - 'La ricetta è semplice: Lavorare come gruppo, non essere egoisti ma una squadra vera dove tutti si mettono a disposizione e sono pronti a sacrificarsi, solo così andremo lontano' - Ma come verrà disposta in campo la sua Roma? - ''Credo sappiate che il modulo da me preferito è il 4-4-2. Totti è un giocatore universale,e' il leader di questa squadra e deve prenderla lui per mano. Lui il suo lo da' sempre garantendo grande creatività e colpi di classe, per questo lo vedo bene dietro le punte, anche se gente come lui può giocare in ogni parte del campo. Cassano può giocare sia da esterno che da punta aggiunta anche se in quel ruolo potrei schierare anche D'Agostino. L'attaccante deve dare profondità, e sia Montella che Mido hanno entrambi queste caratteristiche' - In questi giorni si è parlato di uno spogliatoio incandescente. Lei come pensa di affrontare il problema? - 'Sarà fondamentale mettere subito una cosa in chiaro: è l'allenatore che ha le chiavi dello spogliatoio; i giocatori devono seguire le sue indicazioni, soprattutto quelli con grandi qualità quali per esempio Totti, Cassano, Montella o De Rossi. Tutti dobbiamo avere rispetto per gli altri e per i rispettivi ruoli che si ricopriono. Cassano? E' un uomo e come tale andrà trattato. Non penso che avremo difficoltà a capirci, da parte mia io cercherò di trattare tutti con il giusto tatto. - Lo scetticismo legato al suo arrivo dipende dalla collaborazione che ha avuto in passato con il giornale LA PADANIA e per il fatto che lei sia un uomo GEA? - 'Per quello che riguarda la mia collaborazione con la Padania ci tengo a precisare che non ho mai scritto di politica ma solo di calcio e solo per fare un piacere ad un amico. Purtroppo qualcuno ha voluto strumentalizzare questa mia collaborazione e questo mi ha fatto arrabbiare. Per quello che rigurda la GEA, premesso che il mio procuratore, Brambati, mi assisteva ancora prima di aderire alla GEA, devo dire che loro nei miei confronti si sono sempre comportati correttamente, ma non credo che questo possa influire su di me. Spero di venir giudicato per il lavoro svolto e non per la provenienza di chi cura i miei interessi' - L'avventura è cominciata, in bocca al lupo mister!!!

Antonio Dir. Delle Site