Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 07:07

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Punto Giallorosso ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Prandelli esulta per un gol
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Aspettando gli ultimi colpi del mercato!

Forse la svolta per la presentazione del 29 agosto?

Id Article:2845 date 23 Agosto 2004

Roma,

La Roma di Prandelli comincia a prendere corpo. Nell'amichevole di sabato scorso a Pescara e alla presenza del presidente Sensi in tribuna la Roma ha giocato la sua prima amichevole in Italia, in quanto le precedenti 7 sfide si erano svolte in Austria, Canada, Stati Uniti e Giappone. Priva dei nazionali olimpici Pelizzoli, Ferrari e De Rossi e degli infortunati Totti, Cassano, Chivu, Mancini, Sartor, Candela e Tommasi va registrato l'esordio in maglia giallorossa di Perrotta a centrocampo affianco a Dacourt e l'intesa sembra già essere buona. La Roma nel primo tempo ha schierato Zotti in porta in difesa Panucci, Dellas, Mexes e Cufrè a centrocampo D'Agostino, Perrotta, Dacourt e Aquilani mentre di punte Delvecchio e Montella. Nella ripresa spazio anche per Lanzaro, Scurto, Sturba, Corvia e scampoli per Cerci e De Martino. Pur affrontando un avversario ancora in fase di "work in progress", in quanto appena rispescato dalla C alla B, la compagine capitolina ha chiuso la pratica direttamente nel primo tempo con una doppietta di Super Marco al 4' e al 29' e con rete finale di D'Agostino al 32'. Note positive le prestazioni di Delvecchio, della difesa in genere (ma la prova non è che fosse particolarmente significativa anche se alla fine Zotti non ha perso occasione per mettersi in mostra) e la conferma del valore dei tanti giovani ormai aggregati permanetemente alla prima squadra. Da rivedere invece Montella che ancora accuse un ritardo di forma.

La verità però è che Prandelli non ha ancora potuto vedere alla prova Totti e Cassano che conta di recuperare per la sfida infrasettimanale al Curi con il Perugia o alla peggio per l'esordio casalingo del 29 agosto contro la nazionale dell'Iran, e non più la Steaua Bucarest allenato da Zenga, come detto in un primo momento. Facendo una prima analisi dell'organico, come portieri oltre alla garanzia Pelizzoli, che con le sue parate sta contribuendo a tenere l'Italia in corsa nel torneo olimpico, c'è da segnalare la crescita di Zotti che ha fatto vedere cose interessanti nelle amichevoli fin qui disputate. La difesa nonstante la perdita di Samuel ha trovato in Mexes un validissimo baluardo. Cufrè reduce dalla positiva stagione al Siena sta convincendo Prandelli a tenerlo a Roma partita dopo partita. Dellas e Panucci non perdono occasione per dichiarare che a Roma stanno benissimo e che non hanno la minima intenzione di andar via e poi ci sono ancora Chivu e Ferrari che devono fare il loro esordio.

Bene anche a centrocampo dove Dacourt,Perrotta e De Rossi sembrano fornire ottime garanzie. Buono il rendimento di D'Agostino mentre da tenere sotto osservazione Aquilani, in attesa poi di rivedere in campo Mancini. A livello di esterni Candela sembra ormai destinato a fare il centrale difensivo e quindi per completare l'organico si attendono notizie dal mercato.

L'obiettivo in questo caso è Rodrigo Taddei, il brasialiano che tanto bene ha fatto a Siena e che ha espresso la sua ferma intenzione di venire a giocare solo nella Roma. Nonostante l'intromissione della Juve (che scottatta dalla vicenda Emerson se può fare una sgarbo alla Roma non ci pensa su due volte), dell'Inter e della Lazio sembra che in questa trattativa sia la Roma ad essere in vantaggio. Ieri poi sono stati assegnati i numeri delle maglie dei giocatori della compagine toscana per la prossima stagione ma Taddei ne è rimasto escluso. Un ulteriore segnale che lascia presagire la conclusione della trattativa per la fine di agosto.

In verità il reparto che fino ad oggi lascia le maggiori incognite è proprio quello offensivo. Montella non è ancora al meglio, Delvecchio sta carburando adesso ma gli anni ormai si fanno sentire e alla lunga questo potrebbe pesare, Corvia ha buoni numeri ma deve ancora fare un po di esperienza mentre Totti e Cassano ancora devono recuperare uno stato di forma accettabile. Come in passato alla Roma manca un centroavanti e ormai anche i sassi sanno che la prima scelta della società è il bomber Gilardino.

Il Parma però per cedere il suo gioiello vuole lucrarci il più possibile, forte del rinnovo contrattuale fino al 2007 avvenuto prima dell'inizio delle Olimpiadi. Molto dipenderà dai soldi che entranno dall'accordo con la piattaforma Sky per i diritti tv e comunque alla fine non è detto che il Parma accetti di vendere l'attaccante. Quindi al momento ci sono una ridda di voci che vanno da Cruz a Luis Fabiano, da Ibraimovic a Corradi: tutte comunque soluzioni di ripiego che verranno battute solo quando le possibilità di arrivare a Gilardino saranno definitivamente sfumate.

Resta quindi da attendere la fine del mese per conoscere quali saranno le due nuove pedine che la società vorrà offrire a mister Prandelli per rafforzare ulteriormente l'unica squadra che sulla carta è in grado di constrastare lo strapotere di Milan, neo vincitore della supercoppa di lega, Inter e Juventus.



Antonio Dir. Delle Site