Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 23 Maggio 2019, ore 11:14

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Servizio Post ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
De Rossi esulta dopo il bellissimo gol in sforbiciata  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

De Rossi e Gilardino e l'Italia va!

giappone-italia 2004-2005
Battuto il Giappone 3 a 1 e conquistato il primato nel girone.

Id Article:2841 date 16 Agosto 2004

Roma,

Seconda fatica per la nazionale italiana al torneo olimpico di calcio. Questa volta ci tocca il Giappone e per arrivare ai quarti di finale l'imperativo era vincere. Certo i nipponici non sono avversari da far tremare le gambe ma va anche detto che ormai i tempi in cui i giapponesi vincevano solo nei cartoni animati è ormai remoto; certo non sono ancora in gradi di schierare uno Shingo Tamai o un Oliver Hutton ma il movimento calcistico del sol Levante ha indubbiamente fatto grossi passi in avanti arrivando ad organizzare il primo mondiale in terra d'asia (anche se in condominio con la Corea del sud) e recentemente a vincere la coppa d'asia battendo 3 a 1 la Cina.

Le direttive di Gentile erano quindi chiare: evitare la partenza moviolata del primo tempo con il Ghana e cercare di chiudere al più presto l'incontro. Detto fatto, nemmeno 3 minti ed ecco arrivare la rete del vantaggio grazie ad una perla di De Rossi servito da Sculli. La sforbiciata volante in semirovescita è forze la rete più bella vista fino ad ora e non è casuale che a segnarla sia stato il centrocampista romano e romanista, sempre più leader di questa formazione.

Altri sei minuti e su lancione di Ferrari era questa volta Gilardino ad andare in goal dopo aver compiuto una autentica magia nei confronti del suo controllore beffato con un tunnel magistrale.

Partita chiusa? Nemmeno a parlarne. Al 20' Abe batteva in modo inpeccabile un calcio di punizione che aggirava la barriera e si andava ad insaccare sul palo opposto a quello di Pelizzoli che nemmeno accennava alla parata.

L'Italia sbandava un pochino e i giapponesi tentavano di approfittarne ma al 36' arrivava la terza rete italiana a firma Gilardino (doppietta personale e terza rete del torneo); l'azione è simile a quella del primo goal solo che questa volta il cross è di Moretti e la rete,un perfetto colpo di testa, della punta azzurra.

Prima dello scadere finalmente un po di gloria anche per il portiere Pelizzoli autore di almeno due interventi decisivi che consentiva agli uomini di Gentile di andare al riposo sul punteggio di 3 a 1. La ripresa, complice il gran caldo e il dispendio di energie profuso nella prima frazione di gioco, era sicuramente meno spettacolare. Obiettivo degli azzurri infatti era addormentare la partita e conservare le energie per il prossimo incontro.

Il giappone ci provava in tutti i modi ma gli azzurri si chiudevano a riccio e riuscivano quasi sempre a rendere infefficaci le sfuriate degli asiatici. Tutto andava secondo i piani fino al 92' quando in pieno recupero Takamatsu trovava una fortunosa deviazione in mischia accorciando nuovamente le distanze; fortuna voleva che da li al fischio finale non accadesse nulla di significativo.

Adesso con i tre punti incamerati l'Italia guida il proprio girone a pari punti con il Ghana, capace di rimontare con il Paraguay e vincere 2 a 1. Per passare il turno potrebbe bastare un pari ma sappiamo bene come fare dei calcoli sia sempre pericoloso e poi vincere il girone dovrebbe garantirci vita un po più semplice nei quarti.

Da segnalare infine le solite scelte discutibili di 'mamma Rai' che prima ci promette la gara in diretta e poi la trasmette in differita alle 21. Forse un tentativo per rilanciare gli ascolti della radio?!



Antonio Dir. Delle Site