Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Marzo 2019, ore 02:44

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Virtus Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

La Pompea batte Roma!

Virtus Roma - Pompea Napoli 75-97 2002-2003 Serie A

Id Article:279 date 20 Maggio 2003

Roma, Per gara tre ci si aspettava una conferma della Virtus e, alla luce del rotondo 2 a zero maturato nelle prime due partite, in tanti credevano di assitere ad una passarella festante verso la semifinale.
E'successo invece che la Pompea Napoli viene a Roma, ti fa la partita della vita annichilendo completamente la compagine di Bucchi, e ti chiude l'incontro addirittura con venti punti di distacco.
Nel primo quarto Roma parte bene ma già dalle prime battute si capisce che oggi il pallone di entrare a canestro non ne ha intenzione. Roma chiude con soli due punti di vantaggio e con troppi tiri forzati.
Nel secondo quarto la Pompea comincia a macinare gioco e a prendere il largo mentre la Virtus, un po troppo leziosa, sembra non avere il passo giusto per contrastare gli avversari. Nel finale è il solito Jenkins con un guizzo dei suoi a portare lo svantaggio a meno 6 dato che era arrivato anche a - 11.
Nel terzo quarto Roma prova ad accelerare e a farsi sotto ma un formidabile Andersen tuttofare (canestri pesanti, rimbalzi in attacco e in difesa) seguito a ruota da Greer e Penberthy (entrambi con 27 punti a testa) non solo riescono a tener la Virtus a distanza ma con il passare dei minuti creano un divario incolmabile. Nella parte finale della gara, nonostante un paio di bombe da tre di Righetti, la Lottomatica Virtus Roma non riesce più a reagire,contrariamente a quanto succede ai giocatori di Napoli a cui riescono giocate spettacolari.
A fine gara un felicissimo Mazzon, dopo essersi comlimentato per la sportività del pubblico del palazzetto, è addirittura arrivato a parlare di inifluenza del fattore campo in gara cinque. Bucchi invece ha ostentato tranquillità, sicuro che i ragazzi sapranno trarre i giusti insegnamenti da quanto accaduto oggi, iniziando da gara 4 che si terrà a Napoli giovedì prossimo.

Lottomatica-Pompea 75-97 (17-15, 34-40; 50-64)
LOTTOMATICA ROMA: Jenkins 11 (3/10, 1/4), Myers 19 (6/11, 1/6), Parker 20 (4/7, 4/5), Tonolli 2 (1/1, 0/2), Santiago 11 (5/10); Bonora (0/1, 0/2), Righetti 11 (1/1, 3/6), Tusek 1 (0/1, 0/3). N.e.: Monti, Zanelli. All.: Bucchi.
POMPEA NAPOLI: Greer 27 (6/9, 4/6), Penberthy 27 (3/4, 7/10), Torres 5 (1/5, 1/2), Davinson 17 (7/10, 1/1), Andersen 10 (5/9); Rajola 3, Morena (0/1), Conlon 8 (2/5, 1/2). N.e.: Gatto, Costantino. All.: Mazzon.
ARBITRI: Facchini, Reatto, Ramilli.
NOTE - Tiri liberi: Lottomatica 8/14, Pompea 7/11. Rimbalzi: Lottomatica 25 (Santiago 9), Pompea 46 (Davinson 15). Assist: Lottomatica 11 (Parker 5), Pompea 13 (Greer 4). Fallo antisportivo: Davison 36'49" (68-84). Progressione: 5' 10-12, 15' 24-31, 25' 43-52 35' 58-75.






Antonio Dir. Delle Site