Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 20:16

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Grecia , Tipo Articolo:Servizio Post ,

a cura di Giorgio Capodaglio

La Grecia comincia a sognare

Grecia-Spagna 1-1 2004 Europeo
Ferma la Spagna sul pareggio e ipoteca la qualificazione

Id Article:2668 date 18 Giugno 2004

Roma, Davvero una bella squadra la Grecia di Rehhagel. Dopo il vittorioso debutto contro il Portogallo in molti avevano pensato a un fuoco di paglia, e invece i biancoblu si sono confermati fermando sull'1-1 la Spagna. Il miracolo della qualificazione è a un passo, basterà un pareggio contro la Russia o una mancata vittoria del Portogallo sulla Spagna. L'allenatore tedesco ha confermato la formazione di sabato scorso con la sola eccezione di Katsouranis al posto di Basinas. Proprio il nuovo entrato si è preso il compito di marcare a uomo Morientes, mentre Zagorakis non ha mai lasciato solo Raul. Gli spagnoli hanno provato a fare gioco ma i greci sono stati bravissimi a controllare senza lasciare spazi e mettendo in difficoltà gli uomini di Saez. Il talento delle furie rosse ha però consentito a Morientes di sbloccare il risultato nel primo tempo dopo una bella giocata di Raul. 1-0 e la Grecia sembra tornare alla realtà anche perché in zona di attacco si vede ben poco. Nella ripresa sono sempre i giallorossi a spingere ma senza fortuna. Dopo 15 minuti finisce la benzina degli iberici ed esce fuori la voglia di vincere e la completezza della rosa greca. Così quando è il 21' del secondo tempo Charisteas sfrutta un errore di Pujol e infila la porta di Casillas. Nell'esultanza del giocatore ellenico c'è tutta la gioia e l'emozione per un miracolo che è sempre più vicino all'avverarsi. Il finale è meno bello del resto della gara,con i greci ad addormentare il gioco per portarsi a casa un pareggio prezioso. Finisce così, con le bandiere biancoblu a sventolare per una qualificazione quasi acquisita, per la gioia di tutto il popolo greco e di capitan Dellas ancora una volta il baluardo della difesa di Rehhagel.

Giorgio Capodaglio