Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 22 Gennaio 2019, ore 23:58

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Da Trigoria ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Prandelli, nuovo allenatore della Roma, fotografato vicino allo scudetto romanista
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Ave Cesare!

Null 2003-2004
Prima conferenza stampa del nuovo mister Cesare Prandelli.

Id Article:2618 date 1 Giugno 2004

Roma,

Oggi a Trigoria si respirava l'aria delle grandi occasioni.

Tifosi assiepati ai cancelli, sala stampa gremita in ogni ordine di posto, fotografi pronti a sparare pose a raffica e giornalisti a caccia delle prime dichiarazioni del nuovo mister della Roma, Cesare Prandelli.

A fare gli onori di casa ovviamente il presidente Sensi, felice e rilassato come da tempo non lo si vedeva.

'Voglio esprimere tutta la mia gioia per aver portato a Roma un grande allenatore. Appena lo abbiamo contattato lui ha subito accettato la nostra proposta, e per questo lo ringrazio. La Roma e' una cosa grande e noi stiamo lavorando proprio in questa direzione'.

Sulla stessa frequenza le parole di Franco Baldini. 'Sono molto felice di presentare Prandelli. Un allenatore abile e capace; proprio quello che cercavamo per avviare un progetto che mira a mantenere la squadra competitiva su tutti i fronti ma che allo stesso tempo si sposa con le esigenze di bilancio. Oggi siamo...all'anno zero. Un ciclo si e' concluso e adesso parte un progetto nuovo con un nuovo tecnico e con una squadra giovane. Il primo passo lo abbiamo fatto prendendo l'allenatore che reputiamo sia il migliore sulla piazza per avviare il progetto che abbiamo in mente (e credo che lo stesso Capello avrebbe indicato proprio Prandelli come suo sostituto). Adesso cercheremo di dotare la rosa di quelle pedine indispensabili per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. E' chiaro che adesso nomi non ne posso fare però posso assicurare che a livello di staff dirigenziale faremo di tutto per portare a Roma quegli elementi che riteniamo utili per la nostra causa. Nell'immediato il nostro obiettivo è divertire con il gioco, domani sarà vincere'!

Stuzzicato in merito alla sua permanenza a Roma, Baldini ha voluto chiudere definitivamente ogni discussione dichiarando che se dipendesse da lui rimarebbe a Roma a vita.

Microfono quindi a mister Prandelli: 'Essere qui per me e' una grandissima emozione; e' accaduto tutto cosi' in fretta che non ho avuto neanche il tempo di riflettere, pero' se la squadra pressera' come la dirigenza ha fatto con me sono sicuro che faremo grandi cose. Ho avuto subito la sensazione di essere uno dei punti di riferimento per il nuovo progetto societario, e per la fiducia riservatami non posso che ringraziare la famiglia Sensi e Baldini. Cercheremo di offrire oltre a un buon gioco anche dello spettacolo. Per quanto riguarda la rosa, sono sicuro che la societa' operera' bene e che la squadra sara' competitiva. In tale ottica ogni scelta verrà effettuata in base a quanto programmato anche se forse a qualcuno i nomi che arriveranno potrebbero non andare a genio. I tifosi pero' devono capire che il progetto tecnico deve andare di pari passo con i programmi della societa'. Nel calcio moderno ormai non ci puo' essere piu' spazio per l'improvvisazione, pertanto per quello che mi riguarda non saro' certo io a creare problemi per gli acquisti e le cessioni; sono un allenatore aziendalista ed e' cio' che ho fatto negli ultimi due anni a Parma.'

Spazio quindi alle domande.

E' vero che prima di firmare per la Roma era rimasto in parola con una squadra piemontese?

'Di quella squadra (la Juve non la vuole proprio nominare n.d.r.) non parlo e in generale preferisco dare le risposte non con le parole ma solo sul campo,con fatti concreti'.

Come giochera' la Roma del futuro, con il 4-2-3-1 che nel Parma funzionava alla perfezione?

'Il gioco e quindi gli schemi li fai in base alle caratteristiche dei giocatori che hai a disposizione. Non escludo il 4-2-3-1 ma personalmente credo che a seconda delle situazioni la squadra dovra' essere in grado di cambiare atteggiamento tattico a seconda delle situazioni. Quello di cui sono certo e' che chi vestira' la maglia della Roma dovra' sempre avere la voglia di lottare fino alla fine.'

Montella potrebbe essere la punta centrale ideale per i piani di Prandelli?

Montella se torna ad essere il giocatore che tutti conosciamo sicuramente tornera' utile. L'ho incontrato in questi giorni e ho parlato con lui. Sta recuperando, ha voglia di fare bene e tanto entusiamo. Certo lui ha caratteristiche differenti da Gilardino, pero' averlo in rosa mi permettera' di optare per scelte differenti.

Ha parlato con Totti? Rimane a Roma o andra' via per vincere qualcosa?

Ho parlato personalmente con Francesco e mi ha detto di essere molto contento di far parte di questo nuovo progetto. E poi una Roma senza Totti sarebbe impensabile (concetto ripreso e ribadito anche da Baldini n.d.r.). La Roma e' formata da grandi Campioni e Totti sara' sicuramente il pilastro più importante. Vincera' con la Roma? Credo sia ancora presto per parlare di obbiettivi e poi a me non piace fare promesse o proclami. Personalmente puntero' all'organizzazione del gioco e allo spettacolo, è chiaro pero' che la Roma per il suo blasone e' una squadra che non può prescindere dalla lotta per lo scudetto'.

Prandelli allenatore dei giovani?

'Come allenatore ho mosso i primi passi nel settore giovanile dell'Atalanta. Ho sempre creduto nei giovani e pertanto sarò sempre molto attento ai ragazzi che giocano nella primavera e nelle altre squadre giovanili. Qui a Roma è stato fatto un ottimo lavoro pertanto credo che molti dei ragazzi che sono stati mandati in giro per fare esperienza rientreranno alla base e quelli che giocheranno nelle serie minori saranno seguiti con particolare attenzione'.

A margine della conferenza stampa sono stati poi presentati gli assistenti di Prandelli: l' allenatore in Seconda Gabriele Pin, il Preparatore Atletico Giammaria Venturati e il Collaboratore Tecnico Renzo Casellato.

A cocnlusione un piacevole fuori programma: Prandelli, Baldini e tutto lo staff tecnico-dirigenziale si sono recati verso la curva del campo di Trigoria per ricevere l'abbraccio dei tifosi giallorossi. Ad accoglierli uno striscione che è tutto un programma 'Ave o Cesare, benvenuto nell'Impero...'.



Antonio Dir. Delle Site