Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Venerdi 22 Marzo 2019, ore 07:23

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Con un super Totti, Roma vincente!

Roma-Empoli 3-0 2003-2004 Serie A

Id Article:2522 date 25 Aprile 2004

Roma,

Finalmente una domenica che arride alla Roma e non solo per la vittoria contro l'Empoli ma soprattutto  per i risultati degli altri campi: due punti rosicchiati al Milan bloccato sullo zero a zero ad Udine e tre guadagnati nei confronti della Juventus (ora a meno sette dai giallorossi) inaspettatamente sconfitta in casa sua da un poker del Lecce. Oggi la Roma ha fornito una buona prestazione a livello di collettivo ma ad indicare la giusta via ai giallorossi ci ha pensato un "faro" imponente, Francesco Totti, autentico trascinatore ma anche gran finalizzatore con numeri da brivido (venti reti segnate e secondo posto in classifica marcatori alle spalle di Shevchenko che ha un solo centro in più, e 98 reti segnate con la casacca giallorossa).

La Roma affrontava questa seconda trasferta palermitana con l'ormai collaudato 4-4-2: Panucci e Lima accanto alla coppia centrale Samuel e Chivu, Mancini e D'Agostino ad operare da esterni di centrocampo e Totti e Cassano di punta. Unici assenti gli infortunati De Rossi, Zebina e Montella.

Nell'Empoli, ancora infortunato Bucci, rientrava Balli dopo la squalifica per i noti fatti di San Siro di due settimane fa. Tutto confermato per gli altri settori con in avanti Di Natale e Rocchi e Tavano in panchina.

La partita si faceva subito interessante: Roma a macinare gioco ed Empoli pronto ad operare di rimessa, con occasioni da rete non tardavano ad arrivare. Si contano almeno quattro palle gol nitide per la Roma confezionate da Totti e Cassano (due a testa) ma anche tre occasioni da rete per i toscani di cui quella clamorosa di Di Natale che da ottima posizione concludeva alto sulla porta di Pelizzoli.

Prima dello scadere della prima frazione, al 41' su cross di Panucci dalla destra ecco svettare di testa Capitan Totti che con millimetrica precisione piazzava la palla li nell'angolino,dove Balli non poteva proprio arrivare.

Nella ripresa la squadra di Perotti cercava di regire scoprendosi inevitabilmente e lasciando ampi spazi alla manovra romanista che sfiorava il raddoppio in almeno tre occasioni clamorose sempre con Cassano.

Capello al 63' Capello,optava per un cambio dettato anche dalla prudenza, visto un leggerissimo infortunio a Cassano, inserendo Carew. Evidentemente l'aria di Sicilia fa bene all'attaccante norvegese che, dopo aver castigato il Chievo tre settimane fa, al 64' su cross di D'Agostino, approfittando di una scivolata del suo controllore diretto, aveva tutto il tempo per aggiustarsi la palla e realizzare la rete del due a zero.

Altri tre minuti e sempre Carew si rendeva protagonista, questa volta in negativo, spintonandosi con Vargas. L'arbitro Racalbuto in un eccesso di zelo estraeva per entrambi il cartellino rosso lasciando tutti a dir poco perplessi.

A questo punto Capello "assestava" un pò la squadra, prima facendo tirare il fiato a Dacourt ed inserendo Tommasi, e poi togliendo uno stanco ma assai positivo D'Agostino per Delvecchio. Prorio quest'ultimo, su azione di contropiede, serviva a Totti l'assit del tre a zero che il capitano siglava con un pregevole pallonetto. Prima del triplice fischio sempre 'il bimbo de Oro' sfiorava la tripletta dopo una travolgente azione personale, ma forse per l'Empoli subire un altra rete sarebbe stata una punizione troppo severa.

Grazie a questo risultato adesso il big match di domenica prossima assume un importanza vitale. Certo, ai rossoneri serve la vittoria ma anche il pari sarebbe per loro ideale. Alla Roma invece la vittoria potrebbe non bastare anche perchè il Milan poi, nelle due giornate mancanti dovrebbe perdere per strada altri tre punti. Ormai la giostra delle ipotesi si è messa in moto e in questa settimana ognuno dirà la sua per poi venir smentito o confortato nelle previsioni dal risultato del campo e allora in quest'ottica perchè non pensare addirittura che lo scudetto quest'anno possa essere assegnato con una gara di spareggio?!

Sicuramente in casa Roma ci sarebbe chi ci metterebbe subito la firma, direttore del Lupacchiotto.com incluso.



Antonio Dir. Delle Site