Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 25 Marzo 2019, ore 10:47

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Un stagione da salvare.

Roma-Villareal 2-1 2003-2004

Id Article:2406 date 26 Marzo 2004

Roma, Una vittoria amara e secondo obiettivo stagionale svanito per un "golletto" preso sul primo vero autentico tiro in porta scoccato al 66' del secondo tempo dagli spagnoli del Villareal, anche all'Olimpico in tenuta giallo canarino.
Adesso ormai non resta altro che il campionato o meglio il secondo posto in quanto questo Milan stellare non sembra perdere colpi e quindi le possibilità di un possibile aggancio sembrano ridotte al lumicino.
Nessuna sorpresa di rilievo nelle formazioni rispetto alle dichiarazioni della vigilia e Roma in campo con l'annunciato 4-4-2.
Fin dalle prime battute, si intende che gli spagnoli sono venuti a Roma per difendere il 2 a zero dell'andata e quindi barricarsi, mentre la compagine giallorossa, con rapide giocate di prima e ripartenze veloci sembra essere veramente irragiungibile.
Gli spagnoli, subito sotto di una rete ad opera di Emerson (fiondata imparabile sul servizio di Totti che il portiere nemmeno vede) riescono comunque a limitare i danni nel miglior periodo dei giallorossi. E se le buone non bastano si ricorre alle maniere forti inclusi mezzi e mezzucci assolutamente antisportivi e tipici dei campetti di periferia come per esempio le continue perdite di tempo, la simulazione di falli inesistenti e la successiva sceneggiata con discesa in campo della barella mobile e via dicendo.
Il primo tempo è un monologo giallorosso, le occasioni fioccano ma un po' per imprecisione e un po' per sfortuna alla Roma non riesce la realizzazione della seconda rete che comunque arriverà grazie ad un guizzo di Cassano solo dopo 5 minuti dalla ripresa del gioco. Totti,al suo esordio europeo in questa stagione, è imprendibile, Dacourt ed Emerson sono gli autentici padroni del centrocampo, Mancini, sorretto da Zebina, crea spesso la superiorità numerica sulla destra mentre a sinistra Lima e Candela combinano disastri. Musica differente nella ripresa. Sarà, forse a causa dello sforzo profuso nel primo tempo o forse la consapevolezza di avere in pugno gli spagnoli, resta il fatto che dopo la seconda rete pian piano a farsi sotto sono stati proprio gli uomini di Paquito mentre la Roma è progressivamente calata, e alla prima vera azione offensiva ecco arrivare la "doccia scozzese" e la rete di Anderson che per il Villareal vuol dire qualificazione.
A nulla portano i generosi sforzi romanisti di andare in rete per la terza volta ed effettivamente va ammesso che questa sera la Roma ha fatto onore alla competizione lottando fino alla fine. Il problema è che la qualificazione era stata abbondantemente compromessa nella gara di andata, dove la squadra aveva fornito forse la prestazione più irritante e svogliata dell'intera stagione.
Adesso c'è poco da fare, resta solo il campionato e vincere tutte le gare ancora da disputare potrebbe non essere sufficiente per conquistare il titolo. L'unica soluzione è salvare la stagione con un gran finale che renda meno amaro l'aver buttato al vento un passaggio del turno sicuramente alla nostra portata.




Antonio Dir. Delle Site