Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Marzo 2019, ore 02:42

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Roma bloccata, occasione sprecata!

Reggina-Roma 0-0 2003-2004 Serie A

Id Article:2391 date 14 Marzo 2004

Roma, Dopo le delusioni di coppa arriva un'altra batosta per le ambizioni della AS Roma. Si sapeva che a Reggio non sarebbe stata una passeggiata, ma il ritorno in squadra di quasi tutti i titolari lasciava ben sperare.....
In campo dal primo minuto i recuperati Chivu, Dacourt, Totti e Candela ma purtroppo, nonostante gli innesti eccellenti, è bastata una Reggina catenacciara, ma allo stesso tempo grintosa e ben messa in campo, a mandare in bianco l'attacco romanista.
Per tutta la gara la formazione giallorossa ha tenuto in mano le redini del gioco stabilendo una schiacciante predominanza nel possesso di palla, che però alla fine non ha dato i frutti sperati.
Roma perfetta fino alla tre quarti campo avversaria con un portiere attento, una difesa solida e un centrocampo in grado di impedire ai padroni di casa di imbastire un' azione che potesse prevedere più di tre passaggi di fila.
I problemi arrivavano quando gli attacchi della Roma andavano a cozzare contro la diga eretta da Camolese, dove Totti e Cassano erano sempre controllatissimi e tutti i possibili varchi erano chiusi a doppia mandata.
Pochissime le occasioni da rete. Nel primo tempo un paio di conclusioni ottimamente parate da Pelizzoli e Roma pericolosa solo su calcio piazzato con Totti. Nella ripresa l'unico sussulto dei reggini si concretizzava con una clamorosa traversa colpita da Di Michele,su azione di contropiede, mentre per la Roma da segnalare i tentativi finiti fuori di Totti (anche su calcio di punizione), Dacourt e Chivu e una serpentina da brividi di Cassano parata dal portiere Belardi.
Tra le cose da dimenticare, il continuo gettare a centro area palloni alti per i marcatissimi Cassano e Totti che notoriamente con palla a terra rendono molto di più; l'impalpabile prova di Montella, che in campo per venti minuti, non ha toccato nemmeno una palla e i cross sparacchiati in curva da Lima e Zebina, che grazie alle loro conclusioni sbilenche, avranno fatto percorrere centinaia di chilometri ai raccattapalle dietro la porta di Belardi.
Ancora una volta si è visto il forcing finale dal quarantesimo del secondo tempo e l'attaccarsi agli avversari per le perdite di tempo nel recupero, ma una squadra che vuole vincere qualcosa deve saper rischiare di più e gestire meglio il tempo a disposizione.
Un'altra occasione sprecata per riavvicinarsi al Milan e sopratutto altri punti gettati con una "piccola" (con rispetto parlando) dopo le scialbe prestazioni di Brescia e Ancona. E adesso questa sera non ci resta che tifare Juve, che vincendo però ci sorpasserebbe in classifica....comunque vada che tristezza!




Antonio Dir. Delle Site