Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 25 Marzo 2019, ore 10:45

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 1747 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 13 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Id Article:2351 date 3 Marzo 2004

Roma, Volendo cominciare dalla fine, nella conferenza stampa post partita l'allenatore dei Turchi, Saglam, alla domanda "quale giocatore della Roma l'ha maggiormente impressionata ?" Ha risposto senza esitare dicendo "Cassano".
Con il barese in campo la Roma infatti è un'altra cosa, nonostante la prestazione offerta questa sera non si possa certo paragonare al secondo tempo della Roma giocato domenica passata contro il Parma.
Antonio questa sera ha fatto quello che ha voluto, realizzando anche la rete del 2 a 0, che per la compagine capitolina significa qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Uefa.
Che sarebbe stata partita "vera", lo si era capito sia dalle dichiarazioni della vigilia di Capello, ma soprattutto dalla formazione schierata in campo con Cassano e Carew di punta, Candela confermato a centrocampo e con Emerson e De Rossi a fare da coppia centrale.
In panchina anche Totti, che dopo la trasferta emiliana, aveva accusato qualche fastidio e pertanto veniva precauzionalmente risparmiato in vista del posticipo di domenica contro l'Inter.
La Roma partiva con il solito piglio aggressivo ma non troppo, e già al primo minuto si sarebbe potuto riequilibrare il risultato dell'andata, se Ibrahim non avesse respinto sulla linea di porta il pallone calciato da Samuel.
Dopo la traversa "spizzata" da Mancini su cross sbagliato e un contatto dubbio in area romanista, ecco arrivare al 22' la rete dell'uno a zero ad opera di Emerson, abile a sfruttare un prezioso colpo di tacco dispensato da un convincente Mancini.
I turchi tardano un pò a reagire ma nel finale del primo tempo eccoli affacciarsi pericolosamente dalla parti di Pelizzoli, senza però mai graffiare.
Proprio nel momento in cui il Gaziantespor stava producendo il massimo sforzo ecco arrivare il raddoppio ad opera di Cassano,abile a sfruttare un perfetto assist di Carew al 42'.
Nella ripresa la Roma più che cercare la rete del 3 a 0 si limitava a controllare la gara e a servire in profondità con lunghi lanci le punte Cassano e Delvecchio (subentrato ad inizio secondo tempo al posto di Carew).
Il Gaziantepspor ovviamente non restava a guardare e pur non riuscendo mai ad impensierire seriamente l'estremo difensore giallorosso, riusciva comunque ad arrivare sempre ai limiti dell'area di rigore e a mettere in apprensione la difesa romanista.
A fine gara, alle lamentele turche per l'arbitraggio e al rammarico per non aver chiuso la gara nella partita di andata rispondeva Capello più che soddisfatto per l'ottenuta qualificazione nonostante per sua stessa ammissione la Roma nel secondo tempo aveva subìto un pò troppo l'azione offensiva dei turchi.
Inevitabili le domande sulla possibile cessione della società da parte della famiglia Sensi.
Capello ha dribblato l'argomento dichiarandosi "ottimista" in quanto un allenatore deve saper effondere ottimismo quando serve.
Anche Baldini prima di uscire dallo stadio non ha voluto dire molto di più se non che "si è in attesa degli eventi" e che comunque queste sono decisioni che riguardano la proprietà.
I ben informati dicono che comunque la trattativa con i Russi continua a fari spenti, mentre il Presidente Sensi sull'argomento ha invitato i tifosi ad essere tranquilli, che si stà lavorando per eliminare i debiti ed arrivare ad ottenere la famosa "licenza Uefa" e che comunque, a fine stagione, qualcosa dovrà accadere perchè ormai lui fisicamente comincia non farcela più.





Antonio Dir. Delle Site