Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 06:32

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Varie , SkSoggetto:Cronaca , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

Da Spelacchio a Spezzacchio

Non c’è pace per gli alberi di Natale a Roma

Id Article:21855 date 3 Dicembre 2018

Roma, Non c'è pace per gli alberi natalizi nella capitale: da Spelacchio a Spezzacchio, infatti, il nuovo albero di Natale di Roma finisce nel mirino dei social.

Un albero con dei rami spezzati. È stato ribattezzato così il nuovo albero di Natale arrivato questa mattina a piazza Venezia, nel centro della Capitale. La pianta, alta ventitre metri, che sarà illuminata l'8 dicembre con l'evento sponsorizzato da Netflix, ha un aspetto veramente malconcio: rami tagliati e spezzati, forse a causa del lungo viaggio. Il titolare dell'azienda trasportatrice afferma che era tutto previsto e prevedibile, che nel corso di un viaggio di circa 700 km qualche ramo si incrinasse e si spezzasse, anche perché l'albero è stato sottoposto a una legatura particolare in modo da spostarlo rispettando tutte le norme di sicurezza. Per mantenere le caratteristiche specifiche dell'abete,e consentire un trasporto eccezionale sicuro che rispettasse le misure imposte per legge, alcuni rami sono stati sezionati da esperti del settore secondo una tecnica studiata ad hoc, eseguita in sede di taglio.

Le spiegazioni però non sono bastate e sui social è già iniziato l'attacco: viene considerato un albero triste. I commenti del popolo del web però fanno il paro con l'indignazione dei romani: molti si chiedono come mai, a distanza di un anno, sembra essersi ripresentata la stessa situazione del povero “Spelacchio”. Il Natale così sembra veramente, molto triste.

Antonio Dir. Delle Site