Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 23 Gennaio 2019, ore 07:14

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato

La Lazio vince la Coppa Italia

Una serata da dimenticare per il popolo giallorosso

Id Article:21800 date 26 Maggio 2013

Roma, Una partita tragica, sportivamente parlando, ma che deve fungere da esempio per tutta la squadra ed il mondo giallorosso.
All'Olimpico è andata in scena una sfida al cardiopalma. Gli attimi che precedono l'avvio del match sono inspiegabili. La voglia di vincere, la preoccupazione di perdere, l'emozione che taglia il respiro. La gara è in equilibrio fino al 71esimo, quando il centrocampista laziale Senad Lulic beffa Lobont e infila la palla in rete. Le lacrime – questa volta di gioia – scendono copiose sui visi degli aquilotti, mentre i tifosi giallorossi iniziano a temere.
Dopo le esultanze, partono i 20 minuti più lunghi della storia. La Roma attacca, non si dà per vinta e, a qualche manciata di secondi dal vantaggio avversario,la palla colpita da Totti si ferma sulla traversa.
E' il destino? Forse sì. Alla fine è la Lazio a vincere. La gente impazzisce. Una curva festeggia, l'altra si avvia mestamente all'uscita. Poi arriva la premiazione, il «Chi non salta della Roma è» dei biancocelesti sotto la Nord. I cori, la voce persa, i clacson della macchine in festa, le bandiere al vento, le sciarpe al collo. La Capitale è biancoceleste. I laziali urlano ai rivali storici: «Noi siamo i più forti».
Questa Roma è una squadra ormai in affanno con un allenatore, Andreazzoli, che non è riuscito appieno a capire i giocatori e ad entrare nei meccanismi di quel particolare spogliatoio.

Antonio Dir. Delle Site