Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 25 Giugno 2019, ore 23:48

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
i giocatori della fiorentina esultano per la rete segnata  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma naufraga a Firenze

La rovinosa sconfitta per 4 a 1 allontana i capitolini dalla zona Champions

Id Article:21463 date 26 Aprile 2009

Roma,
Cominciata male, la peggior stagione di Saplletti sulla panchina giallo-rossa sta terminando nel peggiore dei modi.

La Roma ad inizio stagione partiva per confermarsi in campionato, Coppa Italia e Champions, la cui finale tra le altre cose si sarebbe giocata a Roma. Invece non ne è andata bene una. La campagna acquista è stata un mezzo fallimento (il centravanti da 20 reti a stagione alla fine non è arrivato, alcuni dei nuovi non si sono dimostrati all'altezza della situazione mentre altri hanno faticato non poco ad inserirsi), la squadra è stata falcidiata dagli infortuni (e per adesso rinnovare lo staff medico non è che abbia di fatto migliorato la situazione). 
Se poi ci mettiamo che la Roma probabilmente non ha mai potuto schierare la formazione titolare, che ha spesso fatto ricorso a giocatori in precarie condizioni fisiche e quelli a disposizione in svariate occasioni li ha costretti a giocare in ruoli non loro ed in fine ci aggiungiamoci gli incaponimenti tattici di Spalletti che per capire che era ora di cambiare modulo ha dovuto prendere bastonate a destra e a manca, ecco servito il quadro a tinte fosche della Roma di questa stagione che questa sera ha pagato oltremodo tale situazione e ha rimediato una sonora quaterna dalla Fiorentina dell'ex Prandelli a cui è bastata una minicontestazione dei tifosi per trovare gli stimoli giusti e ottenere una vittoria molto importante per la corsa Champions che sicuramente contribuirà a far ritornare il sereno. 

Di fatto la Roma ha provato a reagire ma come con la Lazio la reazione è durata solo un tempo, poi la gragnola di reti della Fiorentina ha chiuso la gara e quindi la traversa di Cassetti e la rete nel finale di Baptista valgono solo per le statistiche.
Quando poi anche la fortuna ti gira le spalle ecco arrivare dopo nemmeno 6 minuti di gioco la rete di Vargas che portava in vantaggio i viola con un tiro da distanza siderale (quelle che una volta si definivano simpaticamente i tiri della domenica) che si insaccava imparabilmente nell'angolo basso alla sinistra della porta difesa da Artur.
Cominciava così lo sterile monologo romanista prima al minuto 8 con un calcio di punizione a girare di Julio Baptista alto di poco poi al 13' quando su assist di Pizarro Brighi sottoporta non trovava la deviazione vincente e spediva la palla alta sulla traversa. Un minuto dopo era Taddei a sfiorare il pareggio con un tiro di poco a lato e poi prima un colpo di testa di Panucci e poi Brighi da posizione favorevolissima fallivano la rete del possibile,e fino a quel punto meritato, pareggio.

Ad inizio ripresa nemmeno 3 minuti e i giallo-rossi subivano subito il raddoppio dei viola, con un preciso colpo di testa di Gilardino. La Roma provava a reagire con Baptista e al 56' con una bella respinta sul tentativo in diagonale del solito Gilardino era Artur a lasciare invariato il risultato. Nemmeno due minuti dopo la grande occasione per ottenere il pari capitava sui piedi di Cassetti, che sugli sviluppi di un corner, tirava al volo centrando la traversa.
La possibile rimonta romanista veniva però compromessa al 59' quando veniva espulso Pizarro per una doppia ammonizione veramente ingenua.
Per la Fiorentina diventava tutto facile e arrivavano così le altre due reti ancora con Gilardino e con Gobbi, entrato da pochi minuti. Per la Roma le uniche note positive erano l'ingresso in campo del giovane attaccante della primavera D'Alessandro al posto di un impalpabile Taddei (che faceva vedere grinta e numeri interessanti), la rovesciata volante di Motta con palla miracolosamente respinta sulla linea da Frey e la giocata di Baptista che a meno di 4 minuti dal termina realizzava la rete della bandiera insaccando in diagonale.
Troppo poco per chi sapeva che quella di questa sera era forse l'ultima occasione per agguantare il quarto posto. La gara quindi terminava 4-1 per i viola con il popolo del Franchi giustamente in festa e con i giallo-rossi costretti ad abbandonare il campo a testa bassa.

A fine gara si è fatta sentire la Presidentessa Sensi che ha tirato le orecchie sia ai giocatori che al tecnico annunciando un ritiro ad oltranza…speriamo che non sia troppo tardi e che i buoi non siano già tutti fuggi dalla stalla.


Antonio Dir. Delle Site