Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 16 Febbraio 2019, ore 23:18

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:San Raffaele Basket Femminile , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luca Gabriele Punziano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 1618 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Nando Gentile, capo allenatore della Virtus Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Basket- La Virtus ospita Avellino

Oggi alle dodici il match contro l'Air, i commenti di Toti e Bodiroga

Id Article:21334 date 11 Gennaio 2009

Roma, "Dietro ad ogni decisione c´è sempre un po´ di casualità – ha detto il presidente Toti alla conferenza stampa di Nando Gentile – e nonostante Nando non abbia molta esperienza, è comunque uno che dopo aver scritto la storia del basket italiano come giocatore, si è dedicato e ha lavorato per studiare e diventare allenatore. E´ un allenatore italiano e dopo tanti anni di allenatori stranieri di esperienza abbiamo voluto cogliere questa occasione e accettare la sfida che il caso ci ha offerto, mettendo alla guida della squadra un coach italiano e giovane. Ho apprezzato molto il comportamento e i dubbi di Gentile, il suo rispetto per i progetti importanti di questa società e il sentimento che lo lega a Repesa, che io stesso stimo molto come allenatore e come persona e per il quale mi è dispiaciuto molto. Prima di decidere ci siamo guardati intorno, ma abbiamo anche ascoltato il consenso generale che si era creato nei confronti di Nando; abbiamo lasciato che le vittorie e lo svolgersi dei fatti lo aiutassero a convincersi ad accettare. E così è stato, e ne siamo molto soddisfatti. Capisco le sue apprensioni, ma c´è una società che gli darà tutto il supporto di cui ha bisogno, e siamo pienamente convinti della nostra scelta. Con lui abbiamo raggiunto un accordo fino alla fine della stagione, con una opzione per il prossimo anno, perché speriamo ci siano le condizioni affinché questo rapporto possa andare avanti anche in futuro”. 



Il presidente ha anche parlato del rispetto che, dopo i risultati degli ultimi anni, la Virtus sta conquistando sia in campo italiano sia in campo internazionale, che per raggiungere grandi risultati ci vuole tempo e si può anche passare attraverso errori (“Siena ci ha messo anni per diventare quello che è, e noi anno dopo anno raggiungiamo sempre nuovi risultati, e anche se non abbiamo ancora vinto qualcosa di importante, dobbiamo riconoscere quello che abbiamo fatto di buono finora e quindi lavorare per migliorarci. Siamo cresciuti molto e speriamo che quando il turno di Siena finisce,anche noi potremo essere protagonisti”). Ha parlato poi di impianti (“stiamo lavorando per costruire alla Bufalotta un centro allenamento della prima squadra, con una foresteria per fare crescere giovani italiani e non solo”) e di pubblico (“stiamo crescendo anche qui ma dobbiamo fare ancora tanto per fare in modo che alle partite possa esserci sempre più gente”), e del fatto che, anche con il cambio di allenatore, gli obiettivi di squadra e società restano gli obiettivi prestigiosi di inizio stagione. 




E sulla crescita della società Bodiroga ha aggiunto: “E´ importante che Roma abbia conquistato una dimensione europea, che con due giornate di anticipo abbia guadagnato l´accesso alla Top 16 di Eurolega per il quarto anno, e che sia riuscita a battere squadre prestigiose e di grande tradizione europea. Questo è un segnale significativo per tutta l´Europa, un traguardo che è stato possibile grazie al grande sforzo del presidente di questi anni. La gara con il Tau e l´atteggiamento della squadra è l´ultima conferma di questa crescita: è bello sapere che ci sono tanti giocatori che vogliono venire a giocare qui, ed è bello vedere giovani, come ad esempio Datome proprio giovedì scorso, crescere grazie a Roma. Voglio ringraziare il pubblico per il grande sostegno e mi auguro sia sempre più numeroso. Perché Roma deve diventare consapevole e orgogliosa del fatto di essere un´importante realtà europea”. 



Sul suo ex compagno di squadra Gentile, il gm ha poi detto: “Siamo contenti di questa scelta, prima o poi Nando doveva pur cominciare a fare l´head coach. Come carattere è uno che senza dubbio sa trasmetterti grinta e voglia di fare, e questo si è visto quando giocavamo insieme, così come si è visto anche ora con i giocatori della Virtus. Ha avuto grandi allenatori come Tanjevic e Obradovic ed ha lavorato accanto a Repesa: di queste esperienze saprà farne tesoro”.


For more info: Premi per andare alla fonte della notizia

Luca Gabriele Punziano