Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 26 Agosto 2019, ore 02:21

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:San Raffaele Basket Femminile , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luca Gabriele Punziano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 1618 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Momento difficile per Recalcati  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Basket- Un futuro sempre più nero

La crisi della nazionale azzurra, di chi la colpa?

Id Article:21021 date 1 Settembre 2008

Roma, A volte un tiro puo` cambiare il destino. Mancano 4`` alla sirena finale di Bulgaria-Italia, quarta partita di qualificazione a Euro 2009 e il punteggio recita 81-80 per i padroni di casa. La palla finisce in mano a Massimo Bulleri, eroe del bronzo continentale in Svezia (chi se l`aspettava?) e dell`argento olimpico ad Atene (si grido` al miracolo sportivo...), ma la sua conclusione si schianta contro il tabellone, infrangendo quasi definitivamente le speranze azzurre di qualificarsi alla prossima manifestazione continentale, primo pass utile per rientrare nel basket che conta. 



Gia`, perche` ora la situazione della Nazionale di Recalcati si fa a dir poco drammatica: quattro gare disputate, una sola vinta, per una percentuale di 0.250. Nessuno peggio di noi nel gruppo, con la sorprendente Bulgaria (ma ci si puo` sorprendere di una formazione allenata dal santone Pini Gershon?) in testa con il suo fantastico filotto (3/3) e dietro ad arrancare la Serbia, clamorosamente ko in Finlandia per 80-77 e chiamata al successo mercoledi` nello scontro diretto per guadagnare il primo posto, che qualifica direttamente per Polonia 2009. 



L`Italia, invece, il prossimo turno lo guardera` da spettatrice interessata, visto che per guadagnare il pass per l`Europeo servira` l`aiuto della dea bendata (andato il primo posto, si puo` puntare a passare come migliore seconda oppure come terza per un ulteriore mini-girone di qualificazione). Che ieri,nella polverosa palestrina di Sofia, ha voltato le spalle ad un gruppo che, scherzo del destino, aveva disputato la sua miglior gara in queste qualificazioni. Soragna e compagni infatti ci avevano messo carattere, grinta e, a sprazzi, anche un discreto gioco, limitando la stella avversaria (Jaaber, tenuto a 8 punti e 2/9 dal campo) e mettendo in mostra i due `silver-boy` Datome e Vitali, ben supportati dalla vecchia guardia nei momenti difficili (Mordente, Bulleri e lo stesso Soragna). 



Ma questa squadra ha dei limiti, evidenti, sia dal punto di vista tecnico, che da quello fisico. Che purtroppo non possono essere limati in pochi giorni di raduno o allenamenti. La squadra che vinse un paio di pesanti medaglie nella prima meta` del decennio e` ormai in soffitta, battuta ed umiliata in quel di Madrid agli scorsi Europei. 



Il cambio generazionale non e` avvenuto, o almeno e` a avvenuto solo in parte, visto che i `golden-boy` (Gallinari, Belinelli e Bargnani) sono casi isolati e sporadici di un movimento che produce sempre meno talenti. Forse quelle due medaglie hanno prodotto un senso di appagamento o di rilassamento che invece andava stimolato negli anni successivi. E non e` questione di tecnico (il contratto di Recalcati, finalizzato a Euro 2009, verra` discusso il prossimo 20 settembre), ma di progetti. Quelli che nel basket italiano mancano ormai da troppo tempo.

For more info: Premi per andare alla fonte della notizia

Luca Gabriele Punziano