Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 20:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Servizio Post ,
,
a cura di Francesco Conti
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 286 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
i giocatori olandesi festeggiano la rete di Huntelaar  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Niente biscotto, l'Olanda batte la Romania

Euro2008 Olanda-Romania 2-0
Da Berna gli Orange fanno un bel regalo all’Italia imponendosi 2-0 sulla Romania. Di Huntelaar e Van Persie le reti che valgono l’eliminazione dei rumeni

Id Article:20671 date 18 Giugno 2008

Roma, Quella che per molti era una partita dal risultato già scritto ha invece riservato una grande lezione di fair play a tutto il calcio. L'Olanda, già qualificata matematicamente al primo posto nel girone, ha infatti reso onore all'impegno contro una Romania affamata di punti, vincendo il match per 2-0. Un regalo graditissimo per l'Italia che, col successo sulla Francia, ottiene anch'essa la qualificazione ai quarti di finale. Solo un lontano ricordo quel 2-2 tra Danimarca e Svezia ad Euro2004 che costò l'eliminazione agli azzurri. Stavolta è stata partita vera e l'Olanda, seppur con un ampio turnover operato dal ct Van Basten, non ha fatto sconti alla Romania che viene dunque eliminata chiudendo il girone al terzo posto alle spalle dell'Italia.

Priva di ben 9 titolari rispetto alla squadra che ha battuto Italia e Francia, la nazionale di Van Basten ha dimostrato la sua totale superiorità anche con le seconde linee. La Romania, parsa anche oggi inaspettatamente molto chiusa in difesa e quasi con un atteggiamento rinunciatario, non ha saputo rendersi pericolosa se non con un paio di accelerazioni del suo gioiello Adrian Mutu.
La notizia che arriva da Zurigo del vantaggio azzurro sulla Francia dà una piccola scossa alla nazionale di Piturca che si affaccia finalmente in avanti con Mutu che ci prova due volte senza riuscire però ad inquadrare la porta.
La gara si ravviva e nel quarto d'ora finale del primo tempo i tulipani vanno vicinissimi al vantaggio prima con Huntelaar che da posizione favorevole alza di piatto sopra la traversa, poi con Robben che solo davanti al portiere calcia a lato sfiorando il palo.
Prima dell'intervallo c'è il tempo per assistere alla conclusione di Codrea, lasciato colpevolmente solo in mezzo all'area, che vanifica tutto calciando alto sopra la traversa.

Al rientro dagli spogliatoi gli uomini di Van Basten si fanno subito pericolosi con Van Persie che costringe Lobont al miracolo. Passano pochi minuti e al 55' arriva l'1-0 per l'Olanda: cross di Afellay dalla destra e deviazione vincente di Huntelaar che da pochi passi non lascia scampo a Lobont. Difesa rumena praticamente immobile e il gol sembra essere una mazzata enorme anche perché poco dopo arriva la notizia del raddoppio di De Rossi contro la Francia.
Il ct Piturca prova a rimescolare le carte mettendo in campo Niculae e Dica ma le cose non cambiano ed è sempre l'Olanda a gestire il possesso della sfera e a farla da padrona a centrocampo dove Chivu e compagni vengono schiacciati dal ritmo e dalla qualità degli avversari.
Ci si aspetta la reazione d'orgoglio dei rumeni che invece non arriva e anzi è l'Olanda che in tutta tranquillità può amministrare il match contro un avversario che sembra rassegnato al proprio destino. E così a pochi minuti dal 90' arriva anche il raddoppio olandese con Van Persie che salta un difensore in area come se fosse un birillo e poi infila un sinistro potente e preciso sotto l'incrocio dei pali.
Il triplice fischio finale sancisce così l'eliminazione della Romania,sicuramente una delle squadre più brutte viste a questo Europeo per il suo “non gioco”, che lascia strada alla nazionale italiana che raggiunge i quarti battendo la Francia in quello che era una sorta di spareggio condizionato.
Grande soddisfazione invece per l'Olanda che chiude il girone a punteggio pieno con lo score impressionante di ben 9 reti segnate e solo una subìta nelle vittorie contro Italia (3-0), Francia (4-1) e Romania (2-0).  


Francesco Conti