Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Domenica 21 Aprile 2019, ore 23:06

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Panucci svetta di testa realizzando la rete dell'1 a 0  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'inter pareggia, la Roma sogna

Roma-Atalanta 2-1 2007-2008 Serie A
Battuta l'Atalanta per 2 a 1, grazie al pareggio di Milano, la Roma adesso è ad un solo punto dall'Inter

Id Article:20517 date 11 Maggio 2008

Roma, Per la seconda domenica consecutiva l'inter fallisce l'occasione per chiudere i giochi regalando al popolo giallo rosso la speranza di poter ancora sperare in un altro passo falso della formazione di Mancini, che questa volta potrebbe regalare una gioia immensa ed assolutamente inaspettata ai colori giallo rossi. 

Il copione sembra degno del migliore degli sceneggiatori, lasciare tutto aperto fino all'ultimo minuto regalando agli ultimi novanta minuti un intrigante testa-coda dove Roma e Inter oltre a decidere il vincitore del campionato saranno anche arbitre per stabilire chi tra Catania e Parma dovrà retrocedere in serie B.
Entrambe saranno partite vere in quanto tutte le squadre devono solo pensare a vincere quindi alla fine prevarrà chi ha più testa e gambe.
La sponda romanista spera in Cuper mentre i nero azzurri si affidano ad un ex d'oro, Walter Zenga.
Certo chi è in vantaggio è l'Inter in quanto le basta vincere per chiudere il discorso non curandosi minimamente di quello che andrà a combinare la Roma a Catania, però è anche vero che l'aspetto psicologico potrebbe giocare qualche brutto scherzo alla corazzata nero azzurra e questo fa si che lo scudetto non sia poi così sicuro che finisca nella bacheca del presidente Moratti

Oggi poi all'Olimpico si sono vissute due partite, quella che si giocava sul campo contro l'Atalanta del mai amato Del Neri e quella di San Siro dove ad ogni rete del Siena si esultava come se il goal fosse stato segnato dalla Roma.
 
La Roma per battere la squadra orobica faticava non poco, sprecava parecchio e trovava la rete del vantaggio grazie al solito bomber di riserva, quel Panucci che di testa arrivava a quota 5 reti in campionato. L'atalanta però non stava a guadare e colpiva un legno clamoroso con Belleri, mentre Doni e Floccari non mancavano di mettersi in evidenza.
Prima del riposo la Roma perdeva Perrotta mentre ad inizio ripresa doveva fare a meno di Mexes ma i ritmi rimanevano blandi. Il raddoppio arrivava al 22 con una magistrale calcio di punizione battuto da De Rossi e sul due a zero tutti ad accendere le radioline o a telefonare a casa per sapere come andava la sfida di Milano. Esultanza massima al pareggio dell'ex Kharja che fissava il punteggio di San Siro sul 2 a 2; scena che si ripeteva con maggior intensità quando il solito generoso calcio di rigore concesso all'Inter veniva neutralizzato dal portiere senese Manninger

Prima del fischio finale l'Atalanta accorciava le distanze con Bellini ma la Roma non perdeva la concentrazione e mantenendo il possesso palla conduceva fino alla fine senza patemi la gara. 

A fine partita il solito giro di campo che la squadra di solito concede per salutare i tifosi si trasformava in un incitamento a crederci fino alla fine,l'inter perde colpi e qualora dovesse accadere l'impossibile la Roma deve aver fatto tutto quello che era in suo potere per poterne approfittare. 

Comunque vada i numeri ci dicono che la Roma questa stagione ha conquistato 81 punti in 37 giornate che sono il record in un singolo campionato di serie A. Primato anche nel numero di vittorie assolute: mai i giallo rossi avevano chiuso un campionato con 24 successi. La Roma ha perduto solamente una delle ultime 14 gare disputate in campionato, il derby del 19 marzo, raccogliendo per il resto 10 successi e 3 pareggi. Per la squadra di Spalletti è la 14ª gara di campionato consecutiva con almeno una rete segnata per un totale di 31 gol all'attivo; è anche la 19ª volta consecutiva che va in gol in casa per un totale di 47 centri. 

Chissà che ai numeri non si possa accostare qualche cosa di più sostanzioso…



Antonio Dir. Delle Site