Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 20 Marzo 2019, ore 10:13

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
la Roma esulta per la vittoria  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Rabbia Roma, Udinese battuta

Udinese-Roma 1-3 2007-2008 Serie A
Sotto di una rete su un campo difficile la Roma ribalta il risultato vincendo per 3 a 1

Id Article:20417 date 13 Aprile 2008

Roma, La Roma, di rabbia, passa ad Udine rovinando la striscia di risultati utili della squadra di Marino ma soprattutto confermando che l'eliminazione dalla Champions non ha chiuso la stagione e che anzi se l'Inter dovesse perdere qualche colpo i giallorossi saranno li pronti ad approfittarne. 

Spalletti recuperava Totti , fuori dalla sfida con il Cagliari, ma non poteva contare su Ferrari, Aquilani e Cassetti, all'ultimo anche di Juan, che si infortunava durante il riscaldamento, sostituito da Panucci. 

L'Udinese per accusando le assenze dello squalificato Mesto e degli infortunati Felipe, Obodo e Asamoah conferma invece il tridente Pepe-Quagliarella-Di Natale

La gara si presentava subito scoppiettante sin dal primo minuto e tutto il primo tempo sarà un continuo capovolgimento di fronte con occasioni da rete da entrambe le parti. Se la prima frazione si conludeva a reti invilate i meriti erano soprattutto dei due portieri Handanovic (sicuramente più impegnato) e Doni e quando l'estremo difensore romanista sembrava battuto ci pensava Taddei a salvare sulla sua linea di porta su colpo di testa di Quagliarella

Da lodare quindi l'atteggiamento tattico di entrambe le due squadre che evitavano di bloccare la gara con sterili tatticismi, ma decidevano di giocarsi la gara a viso aperto tenendo ritmi sempre molto elevati cercano solo la vittoria, unico risultato che avrebbe senso per le rispettive posizioni in classifica. 

Ad inizio ripresa la Roma, sembrava pagare la gara infrasettimanale e nel primo quartod'ora subiva la pressione dei friulani che passavano dopo sette minuti per colpa di malinteso Doni-Panucci,sul quale si insinuava Di Natale che di testa trova il suo sedicesimo goal stagionale.
A quel punto dopo uno spiacevole battibecco tra il portiere e il difensore romanista, che se ne dicevano di tutti i colori, sembrava che il momento di nervosismo cominciasse a contagiare un po tutti in quanto pochi minuti dopo anche Totti, viene ammonito per proteste reo di aver mandato a quel paese l'arbitro che aveva disturbato la conclusione a botta sicura del capitano che avrebbe regalato il pareggio alla Roma. 

L'Udinese cercava di approfittarne sfiorando il raddoppio in contropiede ma la Roma aveva il merito di ritrovare la dovuta serenità e di trasformare il nervosismo in rabbia agonistica. Prima Coda rischiava un clamoroso autogoal al 13' colpendo il palo alla sinistra di Handanovic. Poi, in sei minuti, i ragazzi di Spalletti riuscivano a ribaltare le sorti della gara prima al 19' con Vucinic, al suo sesto centro stagionale e al 25' grazie a Taddei che realizzava anche lui il suo sesto sigillo trasformando in rete un assist di De Rossi. L'Udinese provava a reagire ma la Roma manteneva ben salde le redini della gara, e anzi proprio allo scadere riusciva a chiudere definitivamente il discorso grazie a Giuly, manco a dirlo al sesto centro stagionale anche lui, per il 3-1 finale.
Adesso tutti ad aspettare il posticipo di questa sera tra Inter e Fiorentina sperando in un regalo dell'ex mister Prandelli.



Antonio Dir. Delle Site