Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 26 Giugno 2019, ore 00:13

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Mancini dopo aver segnato la seconda rete indica Giuly come autore del goal in quanto l'azione travolgente del francese ha propriziato la rete  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma dimentica Siena

Roma-Reggina 2-0 2007-2008 Serie A
Iniziato il ciclo terribile con una vittoria ma le gare probanti devono ancora arrivare

Id Article:20104 date 10 Febbraio 2008

Roma, Dopo la batosta rimediata a Siena la Roma si rimette in carreggiata battendo la Reggina per 2 a 0.

Mister Spalletti, in vista dei numerosi e terribili impegni (il programma prevede in rapida successione Juve, Fiorentina, Inter e Real Madrid) che a breve interesseranno la squadra, faceva riposare alcuni elementi e schierava Panucci al centro della difesa accanto a Mexes, Cicinho e Cassetti esterni; Aquilani e De Rossi a centrocampo mentre Taddei, Mancini e Giuly avevano il compito di supportare Totti unica punta.

Non si capivano a pieno invece le scelte di Ulivieri che faceva giocare Ceravolo di punta e Brienza a supporto lasciando Cozza, Makinwa e Amoruso in panchina.

Il copione del primo tempo prevedeva Roma in avanti e ospiti barricati davanti all'ex Campagnolo nel tentativo di non subire troppi danni.
Pur mantenendo in mano il pallino del gioco e pressando molto alto la Roma non aveva molte occasioni per passare in vantaggio se non il colpo di testa di Totti che finiva fuori di poco al minuto 19.
Tre minuti dopo ecco arrivare la rete del vantaggio grazie ad un bell'assist di Totti che Panucci di testa adagiava in rete da posizione impossibile regalando il vantaggio alla Roma.
I giallorossi sfioravano il raddoppio con alcune conclusioni dalla distanza di De Rossi (fuori) e Mancini (alto) mentre per i calabresi le conclusioni di Brienza e Viggiani non creavano eccessivi patemi.

Nella ripresa la Roma arretrava il suo raggio d'azione mentre la Reggina si faceva più intraprendente anche grazie all'ingresso in campo di Makinwa e Amoruso che si rendevano subito pericolosi specie l'ex laziale che evidentemente sentendo aria di derby si impegnava non poco per lasciare il segno sulla gara.
Tutti i campanelli d'allarme suonavano quando veniva giustamente annullato per fuorigioco di Amoruso la rete dei calabresi che varebbe regalato il pari ai ragazzi di Ulivieri.
La Roma reagiva,si riorganizzava ad una quindicina di minuti dalla fine e trovava il raddoppio grazie a Mancini che ribadiva in rete una conclusione di Giuly, autore di una azione incredibile nella quale aveva dribblato praticamente mezza Reggina e a cui Campagnolo aveva negato la gioia del goal.
Nemmeno il tempo di finire di esultare che la Reggina colpiva il palo con Makinwa ma questo era solo l'ultimo episodio prima del triplice fischio finale.

La Roma ha vinto ma i problemi non mancano.
Totti e Taddei, giocatori indispensabili per Spalletti, non stanno al meglio, in difesa si vive sempre in emergenza mentre a centrocampo Aquilani ancora non è tornato quello di prima dell'infortunio mentre Perrotta e Pizzarro non stanno vivendo certo un periodo di forma strepitosa.
Gli impegni importanti sono alle porte e a fine mese sapremo dove questa Roma potrà arrivare.


Antonio Dir. Delle Site