Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 20 Marzo 2019, ore 10:15

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Toni esulta  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'Italia supera il Portogallo per 3 a 1

Bella prestazione degli azzurri che battono i lusitani fornendo una prestazione che lascia ben sperare in vista dell'Europeo

Id Article:20086 date 7 Febbraio 2008

Roma, Nell'amichevole di Zurigo l'Italia strapazza i vicecampioni d'Europa del Portogallo per 3 a 1 grazie ad una prestazione corale.

Niente da fare per gli uomini di Scolari e in primis per Cristiano Ronaldo che avendo compiuto 23 anni alla vigilia della gara aveva chiesto ai suoi compagni come regalo una vittoria sull'Italia che ai portoghesi manca da 31 anni.

Donadoni dovendo rinunciare a Buffon, Materazzi e Gattuso e si affidava ad Amelia in porta e al collaudato Barzagli al centro della difesa accanto a Cannavaro. A centrocampo spazio a De Rossi e Ambrosiani oltre all'ormai imprescindibile Pirlo mentre in avanti Luca Toni, punta avanzata dello schieramento azzurro, veniva affiancato da Di Natale e dalla novità Palladino in campo sin dal primo minuto nel ruolo di esterno.

L'Italia partiva bene e centrava la porta al 5' ma la rete di Pirlo, bellissima, veniva annullata per un inesistente tocco di mano. Ancora azzurri in evidenza al 13' quando Oddo partiva sulla corsia di destra e piazzava un bel pallone sui piedi di Di Natale, ma la punta dell'Udinese spreca mandando a lato alla destra del portiere Ricardo.

Il Portogallo pur mantenendo di più il possesso palla riusciva ad affacciarsi raramente dalle parti di Amelia grazie anche all'attnta prova di centrocampo e difesa dove peraltro Donadoni era costretto ad inserire Fabio Grosso al posto di Gianluca Zambrotta per via di un problema all'adduttore inguinale.

Verso la fine del primo tempo Portogallo pericoloso con Makukula che con una gran conclusione sfiorava il palo mentre al 42' grande parata di Amelia su una conclusione di Cristiano Ronaldo.

Come spesso accade nel calcio nel momento migliore degli avversari l'Italia passava in vantaggio al primo minuto di recupero con Luca Toni che sottomisura infila in rete un cross mancato da tutta la retroguardia portoghese.

La ripresa iniziava con tre cambi nelle fila portoghesi: Meira per Caneira,Paulo Ferreira per Petit e Nani al posto di Deco ma era l'Italia a condurre le danze e al 6' arrivava il raddoppio grazie ad una bella conclusione di Pirlo leggermente deviata da Cannavaro per il 2 a 0 azzurro.

Dopo il raddoppio, Donadoni effettuava un doppio cambio: dentro Gamberini per Barzagli e Perrotta per De Rossi, mentre Scolari mandava in campo Hugo Almeida al posto di Makukula.

Al 13' bella conclusione di Di Natale, pescato da Palladino, al quale risponde da campione Ricardo. Dall'altra parte è bravo Quaresma a infilarsi in area, palla per Nani e tiro deviato in angolo.

Al 19' sfortunatissima traversa di Palladino ma ormai era l'Italia a gestire il gioco mentre il Portogallo sembrava soffrire oltremodo il contropiede azzurro.

Donadoni forte del doppio vantaggio faceva entrare in campo il genoano Borriello, arrivando così a 20 esordienti in maglia azzurra. Quando ormai sembrava che i giochi fossero fatti arrivava al 32' con Quaresma la rete del 2 a 1 che poteva far presagire un finale al cardiopalmo ed invece la replica azzurra era immediata con la rete di Quagliarella entrato da pochi minuti al posto di Palladino.

Prima dello scadere c'era il tempo per tributare gli onori al bravo Amelia splendido su una punizione molto insidiosa di Cristiano Ronaldo.

L'Italia quindi ottiene una vittoria di prestigio contro una formazione di tutto rispetto e la cosa lascia ben sperare in vista dei prossimi campionati europei, anche se quando ci saranno in palio i tre punti sicuramente sarà tutta un'altra storia.




Antonio Dir. Delle Site