Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 23 Maggio 2019, ore 11:17

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:San Raffaele Basket Femminile , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luca Gabriele Punziano
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 1618 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




La sorpresa del San Salvatore Selargius

Emanuela Tinti, classe 1983, sta disputando un ottimo campionato: qui le sue parole

Id Article:20058 date 1 Febbraio 2008

Roma, Tra le giocatrici maggiormente in luce nella squadra del San Salvatore Selargius, una tra tutte spicca particolarmente, sia perché ha sorpreso tutti, giocando un ottimo scorcio di stagione sia perché conferma la bravura dell'allenatore selargino, coach Staico, bravissimo nell'averle dato fiducia sin dall'inizio. 


Questa giocatrice si chiama Emanuela Tinti, ed è tuttora il capitano di una squadra che può vantare nel proprio roster santoni come Carla Spolitu, Claudia Abete, Ilaria Marreddu tanto per fare qualche nome. Lei, lavorando sodo ed all'ombra ha destato subito l'impressione degli addetti ai lavori. 


Lo stesso dirigente della squadra, il sig. Cinus, ha confermato quanto di buono stia facendo questa ragazza nonostante il passaggio in un'altra categoria e lei stessa, candidamente e con molta umiltà ammette:” Non me l'aspettavo di avere un così grande minutaggio né tanto meno di poter poi diventare il capitano, visto che ho passato ben quattordici anni nel Panda Monserrato prima di approdare qui a Selargius,la mia famiglia”. 


E' da quattro anni a Selargius e lei si sente in dovere di ringraziare tutta la società per aver creduto in lei:” mi hanno accolto come una famiglia, sono davvero contenta di aver raggiunto questi importanti risultati, il Selargius è formato da una famiglia bellissima, composta da brave persone.” 


Emanuela di rospi ne ha dovuti ingoiare parecchi, colpa di qualche incomprensione con altri coach e di ambienti non sempre alla mano, come quello del  Selargius.
Quest'oggi abbiamo voluto dare risalto all'emozioni ed all'impressioni interiori di una giocatrice, piuttosto che parlare delle solite e fredde statistiche; proprio perché se alla base di una squadra c'è una società vincente, che fa dell'amore e del dialogo le sue armi migliori, allora tutte ma proprio tutte le giocatrici non possono che esserne felici.


Luca Gabriele Punziano