Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 23 Marzo 2019, ore 15:38

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Italia , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Panucci segna di testa  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'Italia si qualifica per gli Europei 2008

Storica vittoria degli azzurri che battono per la prima volta in casa la Scozia per 2 a 1 con reti di Toni e Panucci

Id Article:19776 date 20 Novembre 2007

Roma, La Nazionale, con una vittoria storica, in quanto non aveva mai vinto in terra di Scozia prima d'ora, stacca con merito il biglietto per le qualificazioni all'Europeo battendo dopo una partita di una sofferenza inaudita la nazionale scozzese per 2-1.
Donadoni si affidava al centrocampo del Milan schierando Gattuso, Pirlo ed Ambrosiani dava fiducia a Camoranesi, certo non al meglio della forma, Di Natale e Toni i avanti mentre in difesa Panucci vinceva il ballottaggio con Oddo, ed andava ad affiancare Cannavaro, Zambrotta e Barzagli.

L'Italia andava subito in vantaggio dopo nemmeno un minuto di gioco: assit di Di Natale e Toni infilava con zampata sotto al sette. La Scozia accusava il colpo e pochi istanti dopo Camoranesi sprecava il possibile 0 a 2 sparacchiando da buona posizione sopra la traversa.
La Scozia, schierata con McFadden come punta solitaria, impiegava un quarto d'ora a superare lo choc ma le occasioni di pericolo per la difesa azzurra arrivavano solo da azioni su calcio da fermo e al 18' Hutton su calcio d'angolo di testa sfiorava il palo alla destra di Buffon.

Con il passare dei minuti l'Italia commetteva l'errore di chiudersi anche se in contropiede risultava essere micidiale, come al 31', quando a Di Natale veniva annullata una rete per un inesistente fuorigioco dopo una batti e ribatti in area.
Prima del risposo da segnalare lo straordinario salvataggio sulla linea di Pirlo che a Buffon battuto respingeva di testa la conclusione di Hutton al 46'.

Nella ripresa la partenza bruciante degli azzurri lasciava ben sperare ma col passare dei minuti e con l'incessante supporto dei tifosi dell'Hampden Park la Scozia tornava a macinare gioco che si concretizzava dopo una ventina di minuti di gioco quando Ferguson da distanza ravvicinata e in fuorigioco, toni esulta dopo aver segnato  
(Premi per la FOTO Ingrandita) ribadiva in rete la palla che Buffon non riesciva a trattenere.

Donadoni correva subito ai ripari: fuori uno sfinito Di Natale e dentro Iaquinta mentre McLeish rinunciava a Brown per inserire Miller, in passato già a segno contro gli azzurri.
Il finale di partita era davvero vietato ai deboli di cuore; la Scozia si proiettava rabbiosamente in avanti mentre all'Italia sembrava cominciassero a venir meno le forze. In campo azzurro nessuno si risparmiava da Gattuso a Pirlo, da Barzagli (prestazione impeccabile la sua) a Toni spesso tornato in difesa ad aggiungere centimetri alla difesa. Agli azzurri potrebbe andare bene anche il pareggio ma la Scozia era sempre in agguato e nel finale sciupava una clamorosa occasione per passare in vantaggio.

A questo punto con il cronometro agli sgoccioli l'Italia si spengeva generosamente in avanti e proprio allo scadere trovava la rete della vittoria grazie ad un colpo di testa di Panucci, azzurro ritrovato a 34 anni, che non nuovo a certe prodezze con la maglia della Roma trova l'angolo giusto per battere Gordon e regalare alla squadra campione del mondo il meritato successo.

Adesso l'ultimo atto del girone mercoledì prossimo contro le isole Far Oer. All'Italia, che vanta un punto in più della Francia, la vittoria regalerebbe anche il primo posto nel girone cosa abbastanza difficile da ipotizzare qualche mese e il tutto per la gioia di quel gran simpaticone del CT francese, quel monsieur Domenech, che nonostante le sua dichiarazioni sul campo risulterebbe ancora una volta secondo e ancora una volta dietro l'Italia.



Antonio Dir. Delle Site