Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 20 Giugno 2019, ore 00:57

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
la gioia di vucinic per la rete segnata  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Padroni a Milano

Milan-Roma 0-1 2007-2008 Serie A
Dopo lo Sporting Vucinic ancora a segno e la Roma batte il Milan in casa sua per il secondo anno consecutivo

Id Article:19685 date 29 Ottobre 2007

Roma, Per il secondo anno consecutivo la Roma riesce a sbancare la Milano rosso nera con una prestazione assolutamente convincente e che mette a nudo le difficoltà della squadra allenata da Carlo Ancelotti a far risultato tra le mura amiche. 

Vincere al Meazza fa sempre piacere e se poi consideriamo che per decenni i risultati ottenuti dalla Roma in quel di Milano sono stati ben poco esaltanti rappresenta comunque un evento sicuramente lieto e di soddisfazione particolare soprattutto per i tifosi. 

Entrambe le formazioni dovevano fare i conto con le stanchezze di Champions anche se la vittoria per entrambe poteva essere il miglior tonico. Seppur entrambe penalizzate dagli infortuni (se i rosso neri dovevano fare a meno di Oddo e Jankulovski per i capitolini restavano a casa Totti, Taddei ed Aquilani mentre Perrotta veniva recuperato in extremis) la Roma alla fine sembrava più tonica e pimpante probabilmente per via del fattore psicologico che aveva influito non poco anche nella difficile gara vinta contro lo Sporting. 

Mentre nel Milan si rivedevano Cafù e Maldini nella squadra giallo rossa Spalletti aveva un intuizione che alla fine si rivelerà fondamentale: in campo dal primo minuto Cicinho con Panucci in panchina. Sarà proprio il brasiliano, autore della sua miglior prestazione ad oggi con la casacca romanista, la chiave di volta della gara: il giocatore più pericoloso nel primo tempo e l'autore dell'assist che permetterà a Vucinic di realizzare di testa lo splendido goal vittoria. 

Se il primo tempo era abbastanza equilibrato con entrambe le squadre vicine al vantaggio, anche se Dida è stato sicuramente più impegnato di Doni, nella ripresa sarà la Roma a prendere in mano il pallino del gioco e a colpire il Milan proprio quando le forze e la lucidità venivano meno.
Inizialmente la ripresa vedeva i rosso neri in costante pressione offensiva e la Roma in difficoltà ma la mossa tattica di Spalletti di sostituire Perrotta con Brighi si rivelerà oltremodo vincente. 

La Roma infatti aumentava in concretezza a centrocampo e in fantasia in avanti con Pizarro che veniva mandato a giostrare alle spalle di Vucinic continuamente supportato da Mancini e dagli inserimenti di Cassetti a sinistra ma soprattutto di Cicinho sulla fascia destra e al 27' la rete della Roma nasceva proprio sull'asse Mancini-Cicinho-Vucinic

Una volta in svantaggio Ancelotti cercava di adottare i giusti correttivi in corsa inserendo Serginho prima e Favalli poi ma invece della reazione del Milan arrivava l'occasione d'oro per la Roma di chiudere la gara. L'arbitro Rosetti fischiava un sacrosanto calcio di rigore per una stupida ed inutile trattenuta di Ambrosiani (nell'occasione ammonito per la seconda volta e quindi espulso) su Daniele De Rossi che prontamente si recava sul dischetto per la trasformazione. Incredibilmente però il centrocampista giallo rosso optava per un insensato cucchiaio la cui parabola sorvolava la traversa salvando Dida e lasciando ancora in bilico il risultato. Fortunatamente per i capitolini la reazione rosso nera si esauriva con un bel colpo di testa di Gilardino fuori di poco,mentre per la Roma il neo entrato Giuly con le sue folate offensive per due volte impegnava l'estremo difensore milanista sfiorando la seconda segnatura. 

Milan decisamente in crisi, bello di coppa mabruttino e perdente in campionato, Roma con il morale alle stelle e soprattutto un po più vicina all'Inter bloccata sullo 0 a 0 dal Palermo.
Adesso c'è il derby di mercoledì con una Lazio in crisi e una Roma lanciatissima e un pericoloso detto da sfatare ovvero che al derby di solito a vincere è la squadra sfavorita e purtroppo lo scorso anno fu proprio così.
 
Speriamo che questa volta la lezione sia stata metabolizzata e che la Roma riesca a mantenere il cammino virtuoso ormai intrapreso.


Antonio Dir. Delle Site