Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Febbraio 2019, ore 12:19

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Fed. Italiana Basket , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Federico Rossini

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 128 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 2 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Tra le incognite dell'Italia all'Europeo potrebbe esserci proprio lui, che dopo i problemi alla schiena ha alternato prestazioni come i 24 punti a Bamberg contro la Germania e i 3 contro la Grecia a Roma.  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'Italia lotta ma cede il passo alla Lituania

Nella prima giornata del secondo girone gli azzurri giocano una bella partita, ma nel finale sbagliano troppo e vengono sconfitti dai baltici

Id Article:19339 date 9 Settembre 2007

Roma, Agli Europei in corso a Madrid, nonostante disputi un incontro molto buono, l'Italia non riesce a superare la Lituania nel primo incontro del secondo girone: 74-79 il punteggio in favore dei baltici. E' stato un incontro in cui il primo tempo è stato dominato praticamente per intero dalla squadra allenata da Ramunas Butautas, mentre il secondo, complice un recupero italiano a fine primi 20 minuti, è stato molto combattuto, e nel finale è stato deciso da chi ha sbagliato di meno, e quella squadra è stata la Lituania.

Nonostante la sconfitta, l'Italia può cercare di cogliere qualche lato positivo, come per esempio i 15 punti di Bargnani, che però per tutto il primo periodo e buona parte del secondo è rimasto nell'anonimato, anzi ha fatto notizia più per brutture di vario tipo che per altro. A due facce la prestazione di Belinelli, che mette 9 punti con il 50% di realizzazioni, ma perde una palla importante verso la fine. Buone cose anche dal solito Bulleri e da Marconato, mentre si segnala l'esordio di Da Tome.

La Lituania vince con i 22 di Kaukenas, che realizza un 9/10 al tiro che ne descrive una volta di più la grandissima classe. 13 i punti di Jasikevicius, 11 quelli di Darius Lavrinovic. Dato importante quello dei rimbalzi, 44-29 in favore dei baltici con 16 rimbalzi offensivi a 9.

Buon inizio per gli azzurri, che trovano in Gigli una presenza molto forte sotto canestro e in Mordente un buon terminale offensivo. La Lituania, però, non ci pensa su molto per affondare il primo allungo, aiutata anche da un Bargnani del quale non si sa se sia un vivo o un cadavere e da un tecnico dato a Mordente. Gli azzurri non riescono a ricucire di molto il break, benché sulla sirena arrivi il canestro di Bulleri dalla media che chiude il primo periodo sul 13-21.

La Lituania cerca di tenere in controllo il match, ma la difesa tiene bene su Kaukenas che in questa fase non riesce a segnare molto, anche se non riesce a contenere un Songaila difficilissimo da marcare. Dal 20-30, parte una bella reazione italiana che vede Bargnani finalmente in partita e Marconato che si fa vedere sotto canestro, il tutto ben orchestrato da Bulleri. A 16 secondi dalla fine, il punteggio è di 34-40: l'ultima azione italiana vede Di Bella tentare la penetrazione e prendersi il fallo da Songaila e mettere i liberi. Con tre secondi da giocare, Kaukenas perde la palla dell'ultimo tiro,la recupera Soragna che tira praticamente da terra e realizza un canestro strepitoso da nove metri: si va all'intervallo sul 39-40.

L'Italia trova la tripla del pareggio con Marconato (!) e il vantaggio con Mordente, poi il quarto si trascina in un appassionante punto a punto, nel quale l'Italia trova anche il +2 con una tripla di un Bargnani entrato decisamente nel match. Dall'altra parte, però, Kaukenas decide di accendersi e di consegnare alla Lituania un risicato +1 (61-62) a fine terzo periodo, dopo che Bargnani è sfortunatissimo con l'ultimo tiro che gli viene risputato fuori dal canestro.

La Lituania continua a mantenere un vantaggio molto risicato, pur tentando un paio di volte la fuga. Basile trova una tripla ignorante delle sue e ne sfiora una seconda, mentre i baltici sui possessi che potrebbero portarli avanti sprecano con tiri sbagliati o falli in attacco. Gigli esce per falli a sette minuti e mezzo dalla fine, Recalcati non si sa perché mette Datome al posto di Bargnani, salvo poi ricredersi. L'Italia trova il pari con Belinelli, ma una tripla di Kaukenas la respinge e si arriva a 1'10" dalla fine con il punteggio di 72-77 Lituania e time out chiamato da Recalcati, che però non sortisce effetti significativi: gli azzurri ne mettono due con Belinelli e i lituani rispondono dalla lunetta con Siskauskas. Ci sarebbero 40 secondi da giocare, ma il tiro da tre di Mordente si spegne sul ferro e con esso le speranze di una bell'Italia che ha fallito, così come con la Francia, nel momento decisivo. Adesso, per qualificarsi, servono due vittorie contro la Turchia lunedì e, soprattutto, contro la Germania di Dirk Nowitzki mercoledì. Entrambi i match si giocheranno alle ore 16:30.

ITALIA-Lituania 74-79
Italia: Belinelli 9 (1/1 ai liberi, 4/6 da 2, 0/2 da 3), Basile 13 (1/1, 3/4, 2/10), Mancinelli (0/1 da 2), Soragna 8 (0/0, 1/2, 2/2), Marconato 10 (1/3, 3/3, 1/1), Mordente 6 (2/2, 2/3, 0/0), Bargnani 15 (2/3, 5/10, 1/4), Crosariol, Bulleri 9 (1/2, 4/8, 0/4), Di Bella 2 (2/2 ai liberi), Da Tome, Gigli 2 (0/0, 1/1, 0/1)
Lituania: Kaukenas 22 (2/2, 7/8, 2/2), Gustas, Maciulis 6 (4/6, 1/2, 0/1), Darius Lavrinovic 11 (0/0, 4/6, 1/3), Siskauskas 7 (3/5, 2/6, 0/2), Songaila 8 (2/4, 3/9, 0/0), Jasaitis (0/1 da 3), Kleiza 8 (0/0, 4/7, 0/3), Ksistof Lavrinovic 4 (2/4, 1/3, 0/1), Jasikevicius 13 (6/6, 2/3, 1/3), Jankunas, Javtokas (0/1 da 2)


Federico Rossini