Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 23 Marzo 2019, ore 15:40

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
aquilani esulta  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma vince ma deve migliorare

Roma-Siena 3-0 2007-2008 Serie A
Buono il risultato meno la prestazione che comunque consente alla Roma di mantenere il 1 posto in classifica.

Id Article:19282 date 3 Settembre 2007

Roma, Il rotondo 3 a 0 con cui la Roma ha battuto il Siena è sicuramente da accogliere con la debita soddisfazione ma attenzione ai facili entusiasmi.

Alla vigilia si temeva la sindrome della “piccola”, se si guarda alla scorsa stagione urlano ancora vendetta i punti gettati al vento in casa e fuori con le tre formazioni poi retrocesse, pertanto era lo stesso Spalletti che aveva cercato di caricare l'ambiente in quanto è inutile battere le grandi se poi si perdono punti preziosi per strada con partite giocate con troppo sufficienza con avversari, sulla carta inferiori, ma che sul campo cercano di colmare il gap con la grinta e l'agonismo.

Tutti abbiamo sottolineato come la Roma di quest'anno abbia affrontato con intelligenza e sagacia le sfide di Milano (Super Coppa) e Palermo e ci aspettavamo dai giallorossi un atteggiamento simile anche contro le così dette piccole.

Ieri però tale atteggiamento si è visto solo a sprazzi forse anche per via del gran caldo e della preparazione atletica che inevitabilmente in questo periodo è ancora approssimativa, ma resta il fatto che dopo il vantaggio giallorosso il Siena ha avuto troppe occasioni e troppi spazi. Solo i deficit di mira dei giocatori di Mandorlini (tiri alti da buona posizione di Galloppa nel primo tempo e Corvia nella ripresa) unitamente alle parete di un Doni (strepitoso su Maccarone), sempre più reattivo e sicuro dei propri mezzi, hanno impedito ai toscani di pervenire al pareggio, lasciando in bilico il risultato fino alla rete di Giuly che, a poco più di 5 minuti dal termine, ha di fatto chiuso l'incontro.

Il Siena sceso all'Olimpico ha da prima tentato di limitare i danni con una difesa più che rinforzata e schierando una solo punta, poi una volta sotto ha cercato il pareggio riuscendo a non concedere troppi spazi al contropiede romanista, riuscendo per alcuni tratti della ripresa a dominare la Roma un po troppo ferma sulle gambe.

La Roma dal canto suo ha mostrato il solito straripante Aquilani,una prestazione eccellente la sua arricchita da una rete spettacolare (gran botta da fuori area e pallone che spizzando la traversa si insaccava alle spalle dell'incolpevole portiere senese), da un tiro schiantatosi sulla traversa (che probabilmente ancora sta vibrando) e dall'assist –goal per Giuly; un ragazzo al quale in tempi non sospetti avevamo pronosticato un fulgido avvenire e che in questo avvio di stagione sembra voler bruciare le tappe per recuperare il tempo perduto per via dell'infortunio che la scorsa stagione lo ha costretto a stare fermo per diversi mesi.

Bene anche Vucinic che sembra finalmente aver compreso i dettami tattici di Spalletti che tra le altre cose richiedono sia a lui che a Taddei un lavoro notevole sia in fase difensiva che in fase offensiva. Molto reattivi anche Mexes e Panucci (fresco di convocazione in nazionale) mentre è apparso ancora in cerca della forma migliore Francesco Totti.

Il Capitano, che prima della gara ha ufficialmente ricevuto la scarpa d'oro come miglior cannoniere europeo della passata stagione, ha comunque elargito alcuni sprazzi della sua classe realizzando poi nel finale la rete del 3 a 0 a conclusione di una bella azione in solitario. L'apporto del capitano non lo scopriamo certo noi e crediamo sia imprescindibile per i successi futuri della Roma ma alla luce di quanto successo nelle ultime ore di calcio mercato (Bogdani, che ha rifiutato la Roma convinto che in giallorosso avrebbe fatto solo panchina) non sarebbe stato meglio cercare e trovare con maggior anticipo un centravanti di riserva e di esperienza, buono magari per far tirare il fiato gli ultimi 15 minuti al capitano?
Giocatori come Vieri o Riganò ad esempio (che peraltro i ben informati ci dicono siano stati quanto meno contattati) dato il costo non eccessivo non avrebbero fatto comodo?
Chissà che a gennaio con la riapertura del mercato….. infondo su una torta suntuosa quale è stato il mercato della Roma perché far mancare la classica ciliegina?


Antonio Dir. Delle Site