Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 19 Agosto 2019, ore 20:23

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Chiesa , SkSoggetto:Mondo Cattolico , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Alessia Piccone
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 18 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Benedetto XVI e il patriarca ortodosso Bartolomeo I  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Il primato della Chiesa di Roma

Diffuso il testo che afferma il primato della Chiesa cattolica su quella ortodossa e soprattutto su quella protestante

Id Article:18678 date 10 Luglio 2007

La Congregazione vaticana per la Dottrina della Fede ha redatto proprio in questi giorni un documento che sottolinea il primato della Chiesa cattolica rispetto alle altre comunità cristiane. 

Il testo, che porta la data del 29 giugno, solennità dei Santi Pietro e Paolo, è stato diffuso proprio oggi dalla Santa Sede e reca l'approvazione di papa Ratzinger che ne ha ordinato la pubblicazione. Si tratta di una serie di risposte relative a tanti interrogativi riguardanti la corretta interpretazione del Concilio Vaticano II. Si ritiene infatti che il messaggio del Concilio sia stato sempre più dimenticato nel corso del tempo e sia stato sottoposto a ‘revisioni' troppo distanti dalla dottrina cattolica originale, soprattutto per quanto riguarda la natura della Chiesa. 

Secondo questo testo, Cristo ha costruito un'unica Chiesa terrena che si identifica però pienamente soltanto in quella cattolica. Ovvero si sottolinea l'identificazione tra Chiesa di Cristo e Chiesa cattolica perché tutti gli elementi dell'insegnamento cristiano si ritrovano soltanto in essa. 

Ciò non vuol dire che il Vaticano dimentica la presenza di numerosissime altre chiese e comunità cristiane che seguono l'insegnamento di Cristo. Si legge infatti nel documento che viene riconosciuta “l'esistenza di elementi di santificazione e di verità in altre chiese non cattoliche, il pontefice in Vaticano mentre saluta la folla  
(Premi per la FOTO Ingrandita) soprattutto in quella ortodossa”. Ma queste confessioni, chiamate spesso ‘chiese particolari,' presentano delle carenze come il mancato riconoscimento del primato del Papa di Roma. Questo, ad esempio, è uno dei motivi per cui le comunità protestanti non possono essere considerate chiese vere e proprie, unito anche al fatto che esse non contemplano il sacerdozio e non ritengono sostanziale il sacramento dell'Eucaristia. 

La pubblicazione di questo testo non deve far pensare che al di fuori della Chiesa cattolica niente abbia più un valore spirituale. Nel documento infatti viene ribadito più volte che le comunità separate non sono “affatto spoglie di valore, perché lo Spirito di Cristo non ricusa di servirsi di esse come strumenti la cui forza deriva dalla stessa pienezza della grazia e della verità, che è stata affidata alla Chiesa cattolica”.

For more info: Premi per andare alla fonte della notizia

Alessia Piccone