Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 23 Luglio 2019, ore 08:58

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Luigi Perrone
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 470 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 4 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Camoranesi è stato il protagonista assoluto della gara  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Camoranesi-Roma, si può fare

Il suo legame con la Juve sembra ormai finito, i giallorossi sono alla finestra. Chivu convocato per il ritiro

Id Article:18193 date 8 Giugno 2007

Roma, “Così non va. Camoranesi merita rispetto”. Sergio Fortunato, procuratore dell'italo-argentino campione del mondo, dal suo telefonino cellulare, tutto è stato meno che conciliante nei confronti della società che vuole tornare ad essere la fidanzata d'Italia.
Tra i pretendenti, di sicuro, non c'è Mauro German Camoranesi, un contratto con il club bianconero in scadenza nel 2009, precedenti datati un anno fa per nulla amichevoli con Cobolli Gigli e Secco, una trattativa per il rinnovo iniziata e subito conclusa, “perché non c'è neppure una condizione per firmare” .

Una rottura in piena regola quella che di fatto è stata manifestata da Sergio Fortunato. Una rottura in cui non sono certo mancati i capi d'accusa nei confronti della Juventus: ”No, non ci siamo proprio. Con la Juventus non siamo d'accordo su nulla. La distanza economica tra la richiesta e l'offerta è molto importante. Soprattutto a Camoranesi non piace per niente il trattamento che sta ricevendo dalla Juventus.” .

Tutto lasca intendere che Camoranesi potrebbe essere sul mercato. Un'ipotesi che Fortunato non ha certo scansato, facendo anche l'identikit delle squadre che possono andare per il suo assistito, cominciando dalla Roma e rivelando che già lo scorso anno, complice Totti, il club giallorosso aveva fatto qualche passo per arrivare al cartellino dell'italo-argentino:

Camoranesi ha trenta anni, vuole giocare ad alti livelli, merita di giocare in una squadra che giochi la Champions League. La Roma? E' una squadra che andrebbe benissimo per Mauro, lui tra l'altro può giocare in tutti i ruoli di centrocampo e in più a Roma ritroverebbe tre compagni campioni del mondo con cui ha un ottimo rapporto. A cominciare da Totti. Pensate che lo scorso anno il capitano della Roma telefonò a Camoranesi per dirgli che l'avrebbe portato alla Roma, Cristian Chivu non trova l'accordo con la Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita) gli disse che l'avrebbe fatto parlare con i suo dirigenti per chiudere il trasferimento. Poi, alla fine, non se ne fece più nulla” . Che stia per partire un'altra telefonata?

CHIVU - Il prezzo è stato fissato, due milioni e mezzo netti a stagione, prendere o lasciare. Chivu ha lasciato. Forte di almeno un'altra offerta colorata di nerazzurro Inter che parla di quattro milioni e spicci netti a stagione. La Roma, anche se potesse, non andrebbe oltre in ogni caso oltre, perché non sarebbe corretto soprattutto nei confronti di tutti gli altri giocatori. In particolare Philippe Mexes che la stessa offerta l'ha accettata (sabato mattina a Roma è previsto l'arrivo di Olivier Joaunneaux con il contratto quadriennale del francese già firmato).

La società giallorossa, però, nonostate il contratto del difensore romeno sia in scadenza nel giugno 2008, ufficialmente e ufficiosamente non ha nessuna intenzione di fare scivoli a favore di Chivu. Ovvero: o ci porta i soldi che vogliamo, oppure resta qui e noi acquistiamo anche il brasiliano Juan (Bayer Leverkusen) per schierare una difesa formata da Panucci e Chivu esterni, Mexes e Juan centrali. Una prova di forza. Un'ipotesi, al momento. Che, peraltro, potrebbe pure rimanere tale.

E che non sembra spaventare il giocatore, tanto è vero che, al termine della partita che la Romania a Timisoara ha vinto sulla Slovenia, il centrale difensivo, rispondendo a una precisa domanda sul suo futuro alla televisione romena, ha mandato un chiaro segnale: "Non ho nessuna fretta di andare via dalla Roma. Io sono sereno, a Roma sto bene e ho un altro anno di contratto" . Il tutto prima di prendere un volo privato con il suo procuratore Becali per tornare a Bucarest da dove nei prossimi giorni partirà per una vacanza alle Bahamas. 


(Corriere dello Sport)



Luigi Perrone