Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 04:21

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Giuseppe Stumpo
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 258 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Cristian Chivu non trova l'accordo con la Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Chivu, salta il rinnovo

Non si trova un accordo tra la Roma e Chivu. Il rumeno vuole 4 milioni ma Rosella Sensi non intende accontentarlo.

Id Article:18172 date 6 Giugno 2007

«Quattro milioni non glieli diamo. Ma non c'è problema. Cristian è convocato per il ritiro, poi si vede». È stata questa la frase-chiave di Rosella Sensi a Giovanni Becali nell'incontro lampo che è avvenuto ieri sera a Villa Pacelli, nell'abitazione privata della primogenita del presidente giallorosso, giusto per sancire la rottura che era ormai nell'aria. Chivu e la Roma restano lontani. Separati da una cifra che altrove sarebbe sanabile (3,5 milioni premi compresi l'offerta, 4,5 più premi la richiesta), ma che in realtà simboleggia il mare che nessuno vuole e può attraversare. Nel bailamme, intanto, si fa largo Ciprian Marica, ventunenne attaccante esterno su cui la Roma da ieri ha messo ufficialmente gli occhi. Difficile dire che succederà adesso per Chivu, ma due indizi tracciano la rotta: intanto la Roma ha intenzione di portare subito a casa il brasiliano del Bayer Leverkusen Juan, da tempo tenuto in caldo proprio per sostituire uno dei due centrali eventualmente sacrificati sull'altare dei rinnovi; secondo, già venerdì Rosella Sensi potrebbe incontrare il presidente dell'Inter Moratti per discutere la questione Pizarro e tutti sanno che proprio l'Inter è la squadra che ha tentato Chivu con un'offerta sontuosa (quattro milioni e mezzo più premi doppi: l'offerta nerazzurra è messa nero su bianco ed è stata mostrata ieri nel corso dell'incontro). In più ci sarebbe anche il Barcellona, pronto a riempire d'oro il rumeno. 


In un clima comunque cordiale e disteso, la Roma ha provato lo stesso a fare la voce grossa. Così Chivu è convocato per il ritiro di Trigoria e deve essere pronto a onorare anche il suo ultimo anno di contratto. Non a caso, quando le parti si sono salutate, ieri sera, l'appuntamento è stato fissato addirittura per dicembre: «Noi siamo disposti ad aspettare fino a dicembre la vostra offerta, poi saremo liberi di trovare nuovi accordi». A gennaio, infatti, Chivu sarà libero di sottoscrivere nuovi contratti con la squadra che dal 1 luglio 2008 potrà diventare proprietaria del suo cartellino a costo zero. Meglio allora scendere a patti, comprendere le legittime esigenze del giocatore (4,5 milioni più premi doppi rappresentano quasi due milioni in più l'anno,per cinque anni fanno dieci milioni, venti miliardi del vecchio conio...), trovare un accordo con l'Inter, riscattare Pizarro facendosi dare altri otto-nove milioni, quelli che servono giusti per Juan. 


Questo, insomma, è quello che è emerso alla fine di una convulsa giornata in cui voci e smentite su incontri sull'asse Roma-Timisoara si sono inseguite in un crescendo di equivoci, con tutti gli attori protagonisti uniti dall'esigenza di tenere lontani giornalisti e curiosi, come se rappresentassero chissà quale ostacolo. Oggi, comunque, in Romania non volerà Daniele Pradè, ma Daniele Baldini, a vedere e conoscere proprio Ciprian Marica, il ventunenne attaccante esterno dello Shakhtar Donetsk ormai in rotta di collisione con la società ucraina e assai desideroso di accasarsi a Roma. E magari in occasione della sfida contro la Slovenia sarà buttato un occhio anche su Razvan Rat, esterno basso classe 1981 dello Shakhtar, e sui nuovi gioielli della difesa romena, Sebastian Tamas, difensore centrale classe 1983 in forza al Celta Vigo, e Stefan Radu, classe 1986, della Dinamo Bucarest. Su Marica invece hanno raggiunto un accordo ieri Becali e Rosella Sensi: e nei prossimi giorni si andrà a cercare l'accordo con lo Shakhtar Donetsk. L'aspetto più paradossale è che con il portiere Lobont, Marica è il miglior amico di Chivu e l'ultima volta che è stato suo ospite a Roma (venne all'Olimpico il giorno della sfida col Palermo) è rimasto estasiato dalla città e dall'atmosfera dello stadio vestito di giallorosso.


 Recentemente ha rotto i ponti con la sua società e, spinto anche dai consigli di Gheorghe Hagi, che lo ha spinto a cercare una squadra più conosciuta e ambiziosa dello Shakhtar, ha chiesto a Becali di verificare la possibilità di tesseramento con la Roma, anche se non troverà Chivu. Detto, fatto. Becali ha parlato di lui, Spalletti ha già dato il suo assenso, Rosella ha trovato congrui i costi dell'operazione. Non è difficile l'accordo sull'ingaggio (Marica guadagna 1.200.000 euro a Donetsk, ma verrebbe anche per qualcosa di meno), più complicato sarà trattare con i ricchissimi proprietari della squadra il suo cartellino. 


ilromanista.it

Giuseppe Stumpo