Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Lunedi 22 Luglio 2019, ore 16:35

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Giuseppe Stumpo
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 258 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Rosella Sensi vuole fare una grande Roma  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Sensi:vorremmo tenere Chivu

Rosella Sensi conferma l'intenzione di voler mantenere tutti i big per una Roma sempre più competitiva.

Id Article:18060 date 30 Maggio 2007

- «Spero di confermare Mexes e Chivu. Non ho ancora incontrato Cristian, la cosa importante è che la Roma vuole confermare tutti i giocatori e ancora più fondamentale è avere la voglia e la disponibilità dei giocatori stessi a far parte di questo splendido gruppo. Ce ne sono tanti che ne vogliono far parte. Spero e mi auguro che Chivu sia uno di questi». Sono le parole di Rosella Sensi, amministratore delegato della Roma, a margine della presentazione di Action Lab, lo sport nella retè, un sofisticato e innovativo software ideato dal professor Mario Brozzi, responsabile del settore sanitario della AS Roma, e da Marco Piermarini, presidente di Innovia Tech Spa, e sviluppato su piattaforma Microsoft.?L'amministratore delegato non si sbilancia sulle potenzialità della Roma nella prossima stagione: «Non faccio classifiche non è corretto farle. Le partite sono tantissime e imprevedibili. La Roma ha una certezza: ha un grande allenatore e ottimi allenatori,si parte da una base solida». 

«Quello presentato dal professor Brozzi è un progetto importantissimo -aggiunto- che in casa Roma abbiamo da molto tempo. È giusto che venga trasferito a tutti gli sportivi. La Roma vuole trasmettere un messaggio positivo di sportività, il messaggio di imparare a vincere ma anche a perdere. Penso che i nostri giocatori lo sappiano fare, questa è l'immagine della nuova Roma. Mio padre dice sempre che è importante rispettare le regole sia quando si vince che quando si perde. Questo è sempre stato il suo motto». 



Giuseppe Stumpo