Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 24 Aprile 2019, ore 00:03

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Fed. Italiana Basket , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luigi Scrimieri
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 85 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Foto d'insieme per il Pao edizione 2006-2007, vincitore dell'EuroLega  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Eurolega: Panathinaikos campione

Nelle Final Four di Atene, successo in finale dei padroni di casa di Obradovic sul Cska di Ettore Messina (93-91). Terzo posto per l’Unicaja Malaga (76-74 sul Tau Vitoria)

Id Article:17656 date 7 Maggio 2007

Parma, Corsi e ricorsi storici. L'edizione 2006-2007 dell'Eurolega si conclude con un'altra vittoria di Zelimir Obradovic su Ettore Messina: lo stratega serbo (alla sesta vittoria!)impedisce ancora una volta (dopo il 2001-2002, Pao vittorioso contro la Virtus Bologna) al plurititolato coach italiano il back-to-back, battendo con il suo Panathinaikos la multinazionale Cska (che aveva trionfato l'anno passato) per 83-81.
La partita è stata combattuta come poche altre, a questi livelli: davanti a 18.000 tifosi urlanti, il Panathinaikos è partito benissimo, costringendo il Cska sul 16-8 dopo 7 minuti; di lì in poi gli attacchi hanno la meglio sulle difese, che spesso e volentieri sono ricorse al fallo, con grande precisione dei tiratori dalla lunetta. Si arriva quindi all'intervallo, che vede i greci sopra di 12 (46-34).
Nella ripresa si attende la “classica” scossa che caratterizza le squadre di Messina e infatti il Cska, guidato dal greco Papakoukas (mvp l'anno passato, autore di una prestazione monstre anche quest'anno), piazza un bel parziale di 11-0 che consente ai moscoviti di agguantare il Pao sul 47 pari, quindi si va sul punto a punto per buona parte del quarto, finchè Diamantidis (gemello in nazionale di Papaloukas ed mvp delle Finals) e l'inatteso Tomasevic (terzo lungo dei greci, giocatore declinante, ben lontano dal proprio splendore al Barça) consentono di arrivare al +10 (65-55) quando ne mancano 11 alla sirena finale.
Ma Papaloukas non ci sta: due giochi da tre punti danno ossigeno al Cska, con il Pana che sente il fiato sul collo sul 73-69. Anche Smodis vuole dire la sua, al pari di Langdon, sopraffino tiratore. A 51'' dalla fine siamo sull'87-85: ad arrivare alla fine, però, il killer dell'Alaska prende due ferri, mentre la precisione di Siskauskas dalla lunetta (tipica di tutta la squadra: 38/46!) aiuta non poco a determinare il risultato finale. Inutile la tripla (a dir poco fuori equilibrio) di Holden, buona solo a diminuire lo svantaggio e fissare il punteggio sul 93-91.
Piccolo sguardo sui roster: veramente profondissimi,“panchinari” che sarebbero titolari in tutte le squadre d'Europa, tanti ex-italiani protagonisti; tra i Verdi ci sono Becirovic (6 punti, ma decisivo nelle semifinali), Batiste (12), Siskauskas (20, 12/17 ai liberi) e Vujanic (12); nel Cska, Messina in primis, spiccano Smodis (18), Vanterpool (non entrato), David Andersen (4), Oscar Torres (9), Langdon (16) e Van Der Spiegel (6). Tutti bei nomi, tutti stranieri transitati dalle nostre parti e che ora sono protagonisti ai massimi livelli, come lo erano peraltro in Italia: chiaro segno del fatto che oggi il nostro campionato non è più di prima fascia.

Statistiche:
Panathinaikos: Siskauskas 20, Tomasevic 16, Diamantidis 15, Batiste 12, Vujanic 12, Hatzivrettas 10;
Cska: Papaloukas 23, Smodis 18, Langdon 16, Holden 11.


Nella finalina tutta spagnola vince Malaga per 76-74 sul Tau Vitoria: decisivo il quarto quarto, dopo che al 30' si era sul 51-61 per il Tau. Pur privo di Cabezas, l'Unicaja di Scariolo ringrazia la ritrovata precisione di Tusek da tre (5/6) e la continuità di Marcus Brown, determinanti per battere il Tau di Maljkovic e raggiungere lo storico traguardo del terzo posto.
In doppia cifra: Prigioni (13), Rakocevic (16), Planinic (15 dalla panchina, miglior giocatore della gara), Splitter (10) per il Tau; Tusek (18), Jimenez (10) e M.Brown (14) per il Malaga.


Albo d'oro ultime 20 edizioni:

1987 Tracer Milano (Ita)
1988 Tracer Milano (Ita)
1989 Jugoplastika Spalato (Jug)
1990 Jugoplastika Spalato (Jug)
1991 Pop '84 Spalato (Jug)
1992 Partizan Belgrado (Jug)
1993 Limoges (Fra)
1994 Joventud Badalona (Spa)
1995 Real Madrid (Spa)
1996 Panathinaikos Atene (Gre)
1997 Olympiakos Pireo (Gre)
1998 Kinder Bologna (Ita)
1999 Zalgiris Kaunas (Lit)
2000 Panathinaikos Atene (Gre)
2001 Uleb Cup: Kinder Bologna (Ita) Suproleague: Maccabi Tel Aviv (Isr)
2002 Panathinaikos Atene (Gre)
2003 Barcellona (Spa)
2004 Maccabi Tel Aviv (Isr)
2005 Maccabi Tel Aviv (Isr)
2006 Cska Mosca (Rus)
2007 Panathinaikos Atene (Gre)

Luigi Scrimieri