Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Sabato 16 Febbraio 2019, ore 22:30

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Basket , SkSoggetto:Fed. Italiana Basket , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Luigi Scrimieri
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 85 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 3 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Il diciottenne prodigio di Milano è attesissimo tra le fila della nazionale italiana (fonte: basketground.it)  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'invincibile Siena inguaia Treviso

La Montepaschi passa al PalaVerde e fa piombare Treviso al penultimo posto, superata da Reggio Emilia e Avellino. Milano raggiunge Roma, sconfitta a Biella. Vittoria facile della Vidivici contro la Eldo

Id Article:17374 date 23 Aprile 2007

Parma, La trentesima giornata conferma lo spirito cannibale di Siena, che nel posticipo vince anche in casa della Benetton e costringe i verdi al penultimo posto, viste le concomitanti vittorie di Reggio Emilia contro Cantù e di Avellino contro Montegranaro. Nella lotta per la piazza d'onore, Roma è fermata a Biella e viene raggiunta da Milano, vittoriosa contro l'Upea. Facili due punti della Vidivici nell'anticipo contro la Eldo, mentre sorride anche l'altra metà di Bologna, che torna a casa da Teramo (superata da Udine, che vince contro Livorno) con due punti importanti per sperare in playoff ancora difficilissimi. Playoff che sono più vicini per Varese, che batte Scafati nonostante i 36 punti del realizzatore Apodaca.

Nell'anticipo a Bologna da una VidiVici reduce da tre sconfitte di fila e da una Eldo forte di cinque W filate ti aspetti una gara perlomeno tirata: invece la Virtus ferma Napoli a soli 51 punti (contro i suoi 84) e conquista due punti importanti per il posizionamento nella griglia dei playoff (obiettivo di tutti: incontrare Siena il più tardi possibile, eventualmente). Partita mai in discussione, già 18 punti di scarto all'intervallo. Gara quasi perfetta di Blizzard e Vukcevic, infermabili. Statistiche:
V.Bologna: Blizzard 14 (+5+2, 25), Vukcevic 21 (+3+2, 23), Tyrone Grant 11 (+4+1, 13);
Napoli: Ellis 11 (+3+2, 4).

Prova di carattere per Biella, che attendeva il viatico casalingo contro Roma come tappa imprescindibile nella corsa verso i playoff: due punti si ricercavano e due punti sono stati, contro la Lottomatica (75-71) che paga la giornata incerta di Hawkins (solo 6 punti) e soprattutto il pessimo feeling con l'arco dei tre punti (solo 2/18). Mvp Erik Daniels, un satanasso a rimbalzo. Statistiche:
Biella: Gaines 12 (+1+0, 10), E.Daniels 15 (+14+3, 21);
Roma: Bodiroga 17 (+3+2, 13), Lorbek 10 (+6+1, 11), Chatman 13 (+4+2, 17).

Teramo fallisce un match importante per la salvezza e perde in casa 73-84 contro la Climamio, venuta in Abruzzo a difendere l'orgoglio più che la classifica. L'alibi dell'assenza di Grundy (problemi al ginocchio) serve solo per il morale. Per la Effe da registrare la buona prova di Edney, la cui luna stavolta gira per il verso giusto dopo tante prove enigmatiche. Teramo soffre a rimbalzo (37 a 45 il computo finale) ed ora è stata raggiunta dalla coppia Avellino (peraltro con una gara in meno) e Reggio Emilia. Statistiche:
Teramo: Miller 10 (+1+2, 9), Brown 11 (+6+1, 13), Poeta 11 (+1+3, 5), Woodward 13 (+3+5, 13), Janicenoks 13 (+5+1, 14);
F.Bologna: Edney 15 (+6+2, 19), Cavaliero 13 (+0+0, 14), Norris 11 (+2+3, 13).

A Udine la coppia Penberthy – Allen le azzecca tutte, mettendo a referto 51 punti complessivamente: risulta quindi tutto facile alla Snaidero contro il fanalino Livorno (priva dei due titolari dietro Rowe e McPherson), sconfitto 91-77. Due punti d'oro per Udine, alla luce dei risultati delle dirette concorrenti per la salvezza. Doppia doppia sfiorata per Jaacks. Statistiche:
Udine: Penberthy 25 (+0+4, 21), Allen 26 (+7+4, 34), Jaacks 9 (+10+5, 16);
Livorno: Hunter 15 (+5+2, 16), Porzingis 11 (+2+0, 7), Fantoni 11 (+5+1, 9), Kickert 13 (+6+2, 16), A.Daniels 17 (+7+3, 14).

In Reggio Emilia – Cantù, i padroni di casa tremano dopo il primo quarto (14-21 il parziale) ma poi alla distanza vengono fuori i tanti giocatori in forma su cui Menetti può contare ed è un'altra vittoria per la Bipop, che aggancia Teramo e vede la salvezza non più come un miraggio. Il risultato finale è ben più largo (84-70) del divario attuale manifestato in campo, generato dalla maggiore precisione nel tiro da due dei reggiani (su tutti Flores, 7/10). Statistiche:
Reggio Emilia: Flores 19 (+2+2, 17), Ortner 11 (+5+2, 17), Lamma 10 (+5+2, 15), Violette 11 (+10+1, 19), Minard 14 (+5+2, 10);
Cantù: Wilson 10 (+7+0, 11), McGrath 10 (+3+1, 11), Shaw 16 (+6+0, 21), Mazzarino 15 (+3+5, 21).

Dopo l'umiliante sconfitta contro Avellino, a Milano serviva necessariamente una grande reazione per zittire i fischi dei propri tifosi: Djordjevic gioca di nuovo d'azzardo e lascia ancora Watson fuori dalla rotazione (Milano ha cinque americani “puri”, Il giocatore dominicano, faro dell'attacco di Scafati, e' un pericolo costante nelle giornate di vena, sia da fuori che in penetrazione (fonte: basketground.it)  
(Premi per la FOTO Ingrandita) cioè non in possesso di passaporto comunitario, ma è possibile iscriverne solo quattro a referto); stavolta però la scommessa paga perché Blair (peraltro ancora molto contestato) dà un apporto non disprezzabile, al pari di Davison e Garris, mentre Green riposa un po' dopo le splendide gare delle ultime giornate. Il migliore in campo è però Gallinari (prova totale la sua), mentre Calabria affossa CdO con le sue triple (4/7). Perdichizzi ha ben poco da rimproverare ai suoi, al di là delle ben note carenze difensive nel proprio organico: Milano è troppo incisiva in attacco e poche volte la difesa siciliana riesce ad arginare il tiro da fuori (46% da tre) delle scarpette rosse. Gallinari mette 13 punti in 10 minuti per poi uscire per un colpo ricevuto. Statistiche:
Milano: Schultze 13 (+1+0, 7), Gallinari 13 (+1+0, 19), Garrii 12 (+1+2, 19), Davison 15 (+7+1, 16), Blair 9 (+8+0, 17), Calabria 16 (+2+3, 19);
Capo D'Orlando: Gioulekas 13 (+3+0, 8), Toure 12 (+8+1, 15), Wells 18 (+4+2, 14), Young 15 (+1+1, 13).

A Varese, Scafati sogna l'exploit che può cambiare una stagione ma la Whirlpool (pur priva di Holland) tiene duro e recupera nell'ultimo quarto, uscendo dal palazzo di casa con la vittoria per 84-74, ossigeno fondamentale dopo le quattro sconfitte di fila delle ultime giornate. Grande gara di Capin, infallibile da tre (6/6); Scafati ha nel primo tempo il miglior Apodaca della stagione (irreali a referto i suoi 36 punti finali: 2/2, 8/11, 6/9, con 4 rimbalzi, 4 assist e 6 palle recuperate!), contenuto nel secondo tempo (chiave di volta della gara) dalla difesa di Keys. Statistiche:
Varese: Capin 24 (+6+2, 30), Galanda 13 (+4+1, 13), Carter 17 (+7+2, 19);
Scafati: Apodaca 36 (+4+4, 45), Nolan 15 (+9+0, 16).

I lupi irpini hanno fame di punti e sete di Serie A: la vittoria contro Montegranaro è l'unico risultato possibile per Avellino e, come per Reggio Emilia, i due punti arrivano nonostante le velleità di playoff degli ospiti. Il risultato finale è 87-70, con Ramel Curry che si riappropria del titolo di mvp della gara, dopo gli ultimi avvicendamenti con l'altra bocca di fuoco Radulovic. La Premiata subisce la difesa dei padroni di casa e paga dazio al tiro su azione, specie da tre (47% da 2, 23% da 3); non pervenuti Childress e Slay (10 punti in due). Statistiche:
Avellino: Radulovic 16 (+8+3, 26), Jamison 14 (+6+1, 18), Curry 20 (+4+2, 17), Strong 16 (+7+3, 17);
Montegranaro: Nikagbatse 12 (+6+0, 13), Thomas 10 (+6+1, 12), Amoroso 16 (+9+2, 16).

Il posticipo è appannaggio, manco a dirlo, di Siena: 67-78 al PalaVerde contro la Benetton Treviso, in una gara che nessuno avrebbe immaginato testa-coda di fine regular season. I 15 punti di penalizzazione pesano come macigni nella mente dei giocatori trevigiani, che partono molto bene (45-36 all'intervallo) ma spengono la luce nel secondo tempo, complici le magate difensive della Montepaschi, capace di un 21-4 che di fatto le consegna la partita. Miglior gara stagionale di Zisis per i verdi trevigiani, splendido McIntyre per Siena. La Montepaschi ha ora 14 punti di vantaggio sulle seconde; se il campionato finisse ora, per Treviso si aprirebbero le porte degli inferi della LegaDue. Statistiche:
Treviso: Zisis 23 (+9+5, 31), Goree 13 (+7+1, 19);
Siena: Forte 13 (+7+0, 11), McIntyre 25 (+2+2, 24), Kaukenas 15 (+2+2, 14).

Per finire, salutiamo in LegaDue la vittoria in campionato della Sebastiani Rieti, che sfrutta la sconfitta della Pepsi Caserta a Pavia ed e' promossa direttamente in SerieA. Ora ci saranno i playoff per decidere la seconda promossa.


Classifica:

52: Siena;
38: Milano, Roma;
36: V.Bologna (1 gara in meno);
34: Napoli;
30: Montegranaro, Biella, Varese, Cantù;
28: Scafati;
26: F.Bologna;
24: Capo D'Orlando, Udine;
22: Avellino (1 gara in meno), Teramo, Reggio Emilia;
21: Treviso (-15);
14: Livorno (-2).


Migliori realizzatori della 30" giornata:

R.Apodaca (Scafati): 36p.
J.Allen (Udine): 26p.
M.Penberthy (Udine): 25p.
T.McIntyre (Siena): 25p.
A.Capin (Varese): 24p.



Luigi Scrimieri