Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Mercoledi 22 Maggio 2019, ore 06:53

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Punto Giallorosso ,
,
a cura di Luigi Perrone
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 470 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 4 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Spalletti e Totti in conferenza stampa  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma, non è ancora finita

Il campionato (bisogna respingere l’attacco della Lazio al secondo posto) e la finale di Coppa Italia contro l’Inter. Dieci partite per chiudere la stagione nel migliore dei modi

Id Article:17112 date 12 Aprile 2007

Roma, Svanito il sogno Champions League – dove ha comunque conquistato un posto tra le migliori otto formazioni, traguardo fallito da grandi squadre come Barcellona, Real Madrid, Inter e dallo stesso Lione (eliminato proprio dai giallorossi agli ottavi) – la Roma deve rituffarsi nei confini nazionali per affrontare l'ultimo scorcio dell'annata calcistica.

Dimenticare in fretta la serata di Manchester e concentrarsi sulle ultime dieci partite (otto in campionato e due in Coppa Italia) che mancano alla conclusione della stagione. Sarà questo quello che dovrà fare la squadra della famiglia Sensi nell'arco di un mese e mezzo.
Dieci partite che possono confermare la buona annata romanista oppure metterla in discussione, capovolgendo proprio nel finale quello che Totti e compagni hanno costruito durante tutta la stagione.

Domenica si riprende con il campionato dove i giallorossi sono chiamati a contenere l'esuberanza della Lazio, capace di portarsi a soli sette punti di distanza e che sogna il clamoroso sorpasso proprio ai danni dei cugini. Il secondo posto, mai in discussione per tutto il campionato, rappresenta a questo punto un obiettivo da non fallire per questa Roma. La squadra di Spalletti, complici gli impegni europei - Lione prima, Manchester poi – considerato l'incolmabile distacco dall'Inter e il buon vantaggio sulle inseguitrici, ha rallentato la marcia rispetto al girone d'andata. In undici partite disputate nel ritorno, ha perso una sola volta (contro l'Empoli) ottenendo per contro 5 vittorie e altrettanti pareggi. La media punti è stata di 1,82 contro quella di 2,09 ottenuta dopo lo stesso numero di gare del girone d'andata. Una flessione che ha permesso alla Lazio, autrice a sua volta di uno strepitoso girone di ritorno, di arrivare ad insidiare alla Roma la seconda piazza alle spalle della capolista Inter.

In otto partite Spalletti e i suoi ragazzi dovranno difendere i sette punti che la separano dai biancocelesti. Le insidie maggiori possono arrivare proprio dalle prossime quattro gare, a cominciare da quella di domenica all'Olimpico contro la Sampdoria. Più che l'avversario, battuto 4-1 all'andata e che in trasferta ha subito 8 sconfitte in 14 match, la Roma dovrà temere se stessa. La sconfitta di Manchester potrebbe aver lasciato dei segni sul piano psicologico e per di più qualcuno della truppa giallorossa non è al meglio.

Totti in Inghilterra ha stretto i denti e ha giocato nonostante la sciatalgia,Taddei potrebbe non recuperare, Tonetto e Aquilani sono ancora fuori. Vincere contro i blucerchiati sarebbe importante per il morale, ma anche per tenere a bada la Lazio impegnata sul campo dell'Ascoli che si gioca le ultime speranze in chiave salvezza. Poi per la Roma ci saranno due trasferte in Lombardia: mercoledì prossimo alle 20:30, per il recupero della terza di ritorno, la sfida con l'Inter (che sarà affrontata ben tre volte in questo finale di stagione), quindi l'Atalanta per la 14esima giornata.

Al termine di questo trittico arriverà, il 29 aprile, il derby con la Lazio che nel frattempo avrà affrontato all'Olimpico Chievo e Fiorentina. L'obiettivo della Roma dovrà essere quello di non concedere altro terreno alla Lazio nelle prossime tre partite, per non darle la possibilità di riaprire i giochi con un eventuale risultato positivo nella sfida stracittadina.

Dopo il derby mancheranno soltanto 4 gare al termine. Alla quartultima, il 6 maggio, la Roma farà visita al Palermo (in corsa per il quarto posto), mentre la Lazio riceverà il Livorno (che naviga a centro classifica). Le ultime tre partite potrebbero essere quelle più abbordabili per la formazione giallorossa: il 13 maggio ci sarà il Torino in casa, il 20 la trasferta di Cagliari. Due squadre che in quel periodo non dovrebbero avere particolari problemi di classifica.
Prima e dopo la sfida col Torino, ci saranno le due partite di finale di Coppa Italia contro l'Inter: esattamente giorno 9 la gara di andata all'Olimpico, mentre il ritorno al “Meazza” è previsto per il 17 maggio.

Sarebbe importante che la Roma ci arrivasse con una classifica “tranquilla”, per cercare di opporsi al meglio ai nerazzurri, che nel frattempo potrebbero già aver vinto il tricolore. Il campionato si chiuderà domenica 27 maggio con la gara interna contro il Messina (attualmente penultimo a due punti dalla quartultima). Il finale della Lazio prevede, invece, la trasferta contro l'Inter, la gara interna col Parma e la partita esterna contro il Siena. Tutto è ancora in gioco, vietato distrarsi.




Luigi Perrone