Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Martedi 19 Marzo 2019, ore 02:44

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Voce del Direttore ,
,
a cura di Antonio Dir. Delle Site
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 634 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
La tipica esultanza di Taddei quando realizza una rete e mima il cuore che batte sotto la maglia  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

La Roma batte il Manchester 2 a 1

Roma-Manchester United 2-1 2006-2007 Champions League
Bella partita della Roma ma il ritorno sarà tremendo e il risultato non permette sonni tranquilli

Id Article:16977 date 4 Aprile 2007

Roma, Incontrare il Manchester per la prima volta e batterlo è certo motivo di vanto. Alla vigilia poi sicuramente tutti avrebbero firmato per il 2 a 1. 

Eppure alla fine il risultato va stretto ai giocatori di Spalletti che hanno subito la rete di Rooney, con l'uomo in più e nell'unica sbavatura difensiva in cui il Manchester ha sfruttato il grande talento di Cristiano Ronaldo, abile ad avviare un contropiede micidiale. 

La partita è stata bella ed intensa dall'inizio alla fine e la Roma ha fatto vedere le cose migliori contro una compagine che a detta di molti è una tra le più forti del mondo. Purtroppo resta il rammarico di aver fatto ventisei tiri verso la porta avversaria e di aver raccolto solo 2 reti, un sintomo che significa aver costruito molto e finalizzato poco, un problema che purtroppo viene da lontano e non a caso la Roma con un attaccante (Vucinic) in più è riuscita a riconquista il meritato vantaggio. 

Se gli inglesi lamentavano diverse assenze, specie nel reparto arretrato, nella Roma restavano fuori l'infortunato Tonetto (al suo posto Cassetti) e lo squalificato Pizarro sostituito da Wilhelmsson. 

La Roma partiva subito forte, aggressiva e concentrata non concedendo nulla agli avversari e mettendo più volte in difficoltà gli uomini di Sir Alex Ferguson ed in particolare Scholes, eccessivamente falloso, che dopo 34 minuti si faceva espellere per doppia ammonizione. 

Fino a quel momento la Roma si era resa pericolosa in almeno tre occasioni ma non era riuscita ad affondare il colpo; cosa che invece accadeva al 44' quando Mancini serviva ottimamente Taddei a centroarea, pronta la conclusione di sinistro del brasiliano che grazie anche alla deviazione di Brown, spiazzava Van der Sar per il vantaggio giallorosso.
Nella ripresa Ferguson contrariamente a quanto avrebbe fatto almeno il 90% degli allenatori, nonostante l'uomo in meno, lasciava in campo le due punte e mezza ben sapendo che la squadra rischiava molto ma che una rete in trasferta sarebbe valsa sicuramente il rischio e alla fine i fatti in parte (il goal lo hanno fatto ma hanno perso comunque la partita) gli hanno dato ragione. 

La Roma partiva forte e sfiorava la rete del raddoppio in almeno tre occasioni dando l'impressione di poter agevolmente andare in rete ed invece sulla più classica delle azioni di contropiede, Vucinic esulta insieme a Totti  
(Premi per la FOTO Ingrandita) nata peraltro da una azione di calcio d'angolo battuto dalla Roma, era bravo Rooney a battere Doni e a gelare gli entusiasmi di un Olimpico come sempre straordinario in queste occasioni, gremito ai limiti della capienza e sempre capace di trasmettere emozioni uniche.
La Roma però, come contro il Milan, ripartiva a testa bassa e Spalletti capiva che era arrivata l'ora di dare maggior peso al reparto offensivo e così dopo il primo quarto d'ora decideva di dare spazio a Mirko Vucinic. La mossa si mostrava subito quella giusta in quanto dopo un minuto dal suo ingresso in campo il montenegrino sfiorava subito la rete. Al Al minuto 66 gran botta di Mancini che veniva parata dal portiere Van der Sar che però nulla poteva sulla ribattuta al volo di Vucinic che realizzava la rete del 2 a 1

Per Vucinic la rete più importante da quando gioca a Roma e speriamo che finalmente l'attaccante possa tornare ad incidere e segnare come accaduto nel recente passato con la maglia del Lecce. 

Mancando ancora oltre 20 minuti e in considerazione della superiorità numerica si sperava che prima della fine la Roma avrebbe realizzato la terza rete che avrebbe sicuramente permesso ai capitolini di andare a Manchester con maggior tranquillità. 

Totti ci provava in tutti i modi ma senza fortuna, Perrotta (rimediato uno stupido cartellino giallo che gli impedirà di scendere in campo nel ritorno) cercava anche lui di lasciare il segno ma senza successo. Alla fine quindi la Roma batteva il Manchester per solo 2 a 1 con il rimpianto di aver potuto gestire la gara in modo più redditizio. 

Certo adesso per passare il turno ai giallorossi vanno bene due risultati su tre anche se in casa dei Red Devils sarà veramente dura ma per la Roma ammirata questa sera certamente un pareggio non è poi un risultato impossibile.


Antonio Dir. Delle Site