Comandi

Immagine logo sito
Issue793 del 07/07/2018 Year: 2018 ID: 2 Giovedi 19 Settembre 2019, ore 14:40

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Calcio , SkSoggetto:Roma , Tipo Articolo:Mondo Giallorosso ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

Email: Premi per inviare un messaggio di posta elettronica , ,



Articoli: 328 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 11 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Per il boemo quest'anno sei vittorie, due pareggi e dieci sconfitte  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Zeman: “Totti il più completo”

L’ex tecnico della Roma spende parole d’elogio per uno dei suoi pupilli sulla Gazzetta dello Sport

Id Article:16300 date 3 Marzo 2007

Roma,
Mazzone lo lanciò in prima squadra, ma fu con Zeman che Totti cominciò la scalata verso il calcio che conta. Difficile scordarsi le discese sulla fascia sinistra di quel numero 10, lo stesso che avrebbe portato la Roma al suo terzo scudetto e l'Italia alla conquista della Coppa del Mondo.
Con il tecnico boemo c'è tuttora un rapporto speciale, come traspare dalle parole affidate da Zeman alle pagine della Gazzetta dello Sport (in attesa di una panchina, l'ex tecnico della Roma scrive per la rosea).

Così il boemo sul quotidiano sportivo più letto dagli italiani: “L'evoluzione della carriera di Francesco  è paragonabile a quella di Beppe Signori. Entrambi, ad inizio carriera, erano abituati e convinti di voler partire da lontano, partecipando maggiormente al gioco ma finalizzando in quantità minore. Con il passare del tempo,la voglia di fare gol ha preso il sopravvento, e sia Totti che Signori si sono sentiti piiù appagati e valorizzati grazie alle numerose reti messe a segno. Francesco - continua Zeman - potrebbe e dovrebbe essere considerato il calciatore più completo di oggi. E' un centravanti atipico, è una delle poche bandiere di questo calcio, lui permette alla Roma di partire sempre con un gol di vantaggio rispetto agli avversari. Avendo scelto di legare la propria immagine alla Roma, Totti ha pagato in termini di fama gli scarsi risultati ottenuti dai giallorossi in ambito europeo. Ogni anno, al momento di eleggere il Pallone d'Oro ed il Fifa World Player, nella lista dei papabili ed addirittura tra i vincenti, figurano nomi di calciatori nemmeno lontanamente avvicinabili al suo talento”.


Lorenzo D'albergo